Dai conti correnti ai bonifici: le banche italiane sono le più care d’Europa

Secondo la Commissione Ue il costo annuale è di 292 euro. Ma l’Abi respinge le accuse: non si superano i 150

Secondo la commissione Ue non ci sono dubbi, le banche italiane sono le più care d’Europa. L’Antitrust ha avviato una nuova indagine conoscitiva dei costi dei conti correnti, ma c’è da scommettere che il mondo bancario resterà ancora impermeabile a queste pressioni. Accuse, peraltro, sempre respinte dall’Abi. Un’inchiesta pubblicata da Repubblica prova a fare luce nella giungla dei prezzi messi in campo dagli istituti di credito.

Le cifre: nelle banche si può spendere fino a 6 euro per un bonifico allo sportello, ma la cifra si dimezza se l’addebito è in conto corrente e si fa meno oneroso su internet e 3 euro, invece, per saldare una bolletta. In alcune banche sono a pagamento estratti conto, assegni, fidi e persino gli sms. Per i bancomat le spese sono 10-15 euro l’anno in media, per le carte di credito sono circa 30 euro e un centinaio di euro per l’eventuale dossier titoli (fino a un centinaio di euro). Poi le spese per operazioni: pagamenti, domiciliazioni, prelievi, rate di mutui o altri fidi. E qui il costo sale decisamente se si fa uso sportello.

Secondo l’Abi dal 2004 a oggi c’è stato un calo del 30% per il costo di una operazione media. Da 1.02 a 0,7 euro. Ciò grazie all’introduzione dell’online banking, anche se interessa appena 5,5 milioni di utenti.
Sempre secondo i dati Abi, a fine 2010 il costo medio per la media dei profili è pari a 114 euro l’anno, cui però vanno aggiunti i 34,2 euro di bolli. “Il costo medio sale a 129 euro (163,2 con i bolli) per chi si appoggia di più alle filiali, mentre chi preferisce il web spende 97 euro (131,5). La Banca d’Italia, con indagini proprie, giunge agli stessi 114 euro dell’Abi. Di altro tenore le ricerche della Commissione europea, che sei mesi fa ha commissionato uno studio, pubblicato da Der Spiegel, in cui l’Italia ha il primato dei costi: 295,66 euro medi annui, contro 114 euro della media dell’Europa a 27. E su quest’ultimi dati concordano le associazioni dei consumatori. “Sfido chiunque a entrare in uno dei 34mila sportelli italiani e vedere quante operazioni può compiere con 114 euro – dice Elio Lanuti, presidente Adusbef e senatore Idv -. Le banche danno per scontato che i consumatori abbiano conti a pacchetto, mentre da listino bastano 11 operazioni al mese per spendere 500 euro all’anno”.

Dai conti correnti ai bonifici: le banche italiane sono le più care&n...