Conti bancari, confronta costi e benefici

Virgilio Economia mette a disposizione un nuovo strumento per valutare il tassi di rendimento dei prodotti offerti dal mercato

Gli eventi economici di questi ultimi anni stanno mettendo a dura prova i nervi e le finanze dei risparmiatori.
Dopo la crisi innescata dai famigerati derivati sui subprime americani, i mercati e le economie di tutto il mondo hanno subito ribassi e rallentamenti dai quali ancora faticano ad uscire.
In tale ottica, molti strumenti di investimento tradizionali hanno fatto segnare andamenti più imprevedibili ed altalenanti, rendendo così tanti risparmiatori più cauti e attendisti.
Il secondo effetto della situazione economica è peraltro un costo del denaro ai minimi storici di sempre. Esso, che se da un lato dovrebbe aiutare la ripresa, dall’altro mantiene molto bassi anche i rendimenti degli strumenti di investimento più sicuri e prudenti.
Tra questi certamente i conti di deposito hanno rappresentato negli ultimi anni una delle destinazioni più gettonate per i risparmi di tante famiglie, alla ricerca di un seppur minimo rendimento a fronte di un investimento non vincolante e a basso rischio: in un mercato in cui i tanto amati BOT pagano interessi inferiori all’1,5% e che per ottenere un tasso lordo intorno al 3% richiede l’investimento in BTP a dieci anni, la possibilità di “parcheggiare” la propria liquidità in strumenti che offrano rendimenti simili senza doverli tenere bloccati per lungo tempo rappresentano un’alternativa interessante.

Si sono così moltiplicate le offerte delle banche per tali prodotti, ognuna con condizioni differenziate e interessi attivi calcolati in vario modo. Risulta pertanto spesso arduo per il cliente riuscire a capire quale possa essere realmente il rendimento maggiore o il conto meno costoso e conveniente.
Uno strumento come ConfrontaConti permette, come dice il nome stesso, una semplice e completa comparazione di vari conti di deposito, tenendo conto di tutte le condizioni che ne regolano i costi ed il rendimento e permettendo così al risparmiatore di scegliere con maggiore consapevolezza la destinazione dei propri risparmi valutando tra soluzioni alternative e ragionando anche sui propri flussi di liquidità attuali e futuri.
Il sito calcola, tra le altre cose, il tasso di rendimento effettivo dei conti (quindi al netto di tasse ed altre spese) e gli interessi netti maturati su un certo importo di deposito, indica la durata e l’importo minimi di deposito necessari per ottenere certi tassi e permette di consultare anche la scheda prodotto di ogni conto offerto.
Le singole offerte risultano così più facilmente confrontabili anche rispetto a parametri diversi.
Stessa possibilità si sta sviluppando anche per i conti correnti e le carte ricaricabili.
Una approfondita guida ai vari prodotti completa i contenuti informativi del sito, con tanti chiarimenti e consigli per tutti coloro che hanno necessità di familiarizzare con queste soluzioni di investimento. I risparmiatori possono così scoprire, tra le altre cose, che in Italia i depositi bancari sono particolarmente tutelati, grazie al Fondo interbancario di Tutela dei Depositi. Questo fondo garantisce ogni singolo depositante, per le disponibilità risultanti sul conto, sino a euro 103.291,38. Una bella tranquillità, in mezzo all’incertezza ed alla variabilità che dominano attualmente i mercati finanziari.

Conti bancari, confronta costi e benefici
Conti bancari, confronta costi e benefici