Conte annuncia “tutta Italia zona rossa”, assalto ai supermarket nella notte

"Non c'è più tempo, il futuro dell'Italia è nella nostre mani", ha detto il Presidente del Consiglio in conferenza stampa

Visibilmente teso ma fermo nei toni, intorno alle 21.30 di ieri sera, il Presidente del Consiglio Conte si è presentato in conferenza stampa per annunciare un nuovo Decreto – in Gazzetta Ufficiale stanotte per entrare in vigore da questa mattina – con il quale si stabilisce che non esiste più una zona rossa: tutta Italia sarà zona protetta, fino al 3 aprile. Per ora.

TUTTA ITALIA ZONA ROSSA – “Vi comunico che abbiamo adottato una nuova decisione, siamo ben consapevoli di quanto sia difficile cambiare le nostre abitudini, io stesso lo sto sperimentando, capisco le famiglie, i giovani, sono abitudini che con il tempo riprenderemo, ma purtroppo non c’è più tempo. I numeri ci dicono che stiamo avendo una crescita importante, dei contagi, dei ricoveri in terapia intensiva e dei deceduti. Le nostre abitudini, quindi, vanno cambiate, ora dobbiamo rinunciare tutti a qualcosa per il bene dell’Italia e dei nostri cari, lo dobbiamo fare subito e ci riusciremo solo se tutti collaboreremo”.

 

CONTE: NON C’E’ PIU’ TEMPO – “Per questo – ha proseguito – abbiamo deciso di adottare misure più stringenti per riuscire a contenere il più possibile l’avanzata del Coronaviruse tutelare la salute dei cittadini. Sto per firmare un provvedimento che possiamo sintetizzare con la formula “io resto a casa”, non ci sarà più una zona rossa. Dunque, da evitare su tutto il territorio nazionale spostamenti, eccezion fatta per tre circostanze comprovate: ragioni di lavoro; casi di necessità e motivi di salute. Aggiungiamo un divieto degli assembramenti all’aperto nei locali aperti al pubblico. Sono consapevole della responsabilità e gravità ma sono costretto a intervenire per proteggere noi e le persone più fragili, il futuro dell’Italia è nella nostre mani”.

L’altra notizia, nell’aria da un po’, scuole e Università chiuse alla didattica fino al 3 aprile e vietate le manifestazioni sportive.

SUPERMERCATI PRESI D’ASSALTO – Subito dopo l’annuncio, si è immediatamente scatenato panico, immotivato, in diverse zone d’Italia.  In particolare,  In città del centro-sud come Roma, Napoli e Palermo, dove l’offerta alimentare è disponibile anche nottetempo, supermercati notturni presi d’assalto per scorte insensate da tempo di guerra, oltretutto in barba di quegli assembramenti di persone che gli “esperti” indicano al primo posto dei comportamenti da evitare.

Immediato l’invito alla calma da parte del Governo:”Non c’è bisogno, spesa garantita, poiché tra i casi di necessità che consentono gli spostamenti c’è anche la spesa per generi alimentari”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Conte annuncia “tutta Italia zona rossa”, assalto ai super...