Consumi riscaldamento 2021: 5 consigli per abbassarli

Quali sono le soluzioni più efficaci per abbattere i costi delle bollette gas: ecco 5 consigli da mettere in pratica il prima possibile. 

I motivi per i quali si utilizza il gas in casa sono essenzialmente tre: il riscaldamento, la cottura dei cibi e la produzione di acqua calda sanitaria. 

Considerato che i prossimi mesi saranno contrassegnati dagli aumenti sulla materia prima gas e, di conseguenza, le bollette del gas saranno più care del solito, ci sono alcuni suggerimenti che si possono seguire per risparmiare sul riscaldamento 2021. Eccone 5 per ridurre i consumi e spendere di meno. 

1. Effettuare la manutenzione di caldaia e termosifoni

Il consumo del gas viene influenzato da fattori differenti, tra i quali si annoverano l’isolamento termico, la zona geografica di residenza, la superficie dell’abitazione, l’efficienza dell’impianto di riscaldamento. 

A prescindere, ci sono tante piccole operazioni che permettono di ridurre i consumi e, di conseguenza, anche il costo della bolletta del gas. Il primo consiste nella manutenzione periodica dei termosifoni e della caldaia, per la quale il controllo annuale è obbligatorio per legge. 

In questo modo, si potranno eliminare le eventuali bolle d’aria presenti e che sono il motivo per il quale può verificarsi la riduzione dell’efficienza del riscaldamento. 

2. Installare delle valvole termostatiche sui termosifoni

Oltre a regolare la temperatura della caldaia, che è essenziale se si vuole risparmiare sulla bolletta del gas, si consiglia anche di procedere con l’installazione di valvole termostatiche sui termosifoni

Queste ultime non sono altro che dei dispositivi, che si utilizzano in sostituzione alle valvola manuali, con i quali è possibile mantenere la temperatura costante, intervenendo sul controllo della quantità di acqua calda. 

Si consiglia di impostare le valvole tra 1 e 3 per fare in modo di ridurre il costo delle proprie bollette del gas. In generale, è sempre bene non dimenticare che i termosifoni non devono essere coperti, altrimenti si rischia di non riuscire a contenere gli sprechi.

3. Approfittare dei bonus statali

Un terzo suggerimento a prova di risparmio è rappresentato dalla possibilità di approfittare della presenza dei bonus sociali (in questo caso del bonus gas), i quali si rivolgono alle famiglie che si trovano in condizione di maggiore disagio economico. 

In particolare, i requisiti da possedere per poter ricevere il contributo sulla componente gas sono:

  • avere un ISEE fino a 8.265 euro;
  • avere ISEE fino a 20.000 euro per le famiglie numerose con un numero uguale o superiore a 3 figli a carico;
  • ricevere il reddito di cittadinanza o la pensione di cittadinanza. 

Per quanto riguarda gli importi che sarà possibile ricevere, e che saranno applicati direttamente sotto forma di sconto diretto in bolletta, si dovranno considerare il numero dei componenti del proprio nucleo familiare, il comune di residenza e la destinazione d’uso del gas. 

Per il 2021 è comunque bene sapere che non sarà necessario inviare la domanda per ricevere il bonus gas in quanto è prevista l’erogazione automatica (in bolletta) alle persone che ne avrebbero diritto. 

4. Passare al mercato libero

Il passaggio dal mercato tutelato al mercato libero rappresenta un metodo sicuro per risparmiare. Nonostante sarà obbligatorio per tutti dal 1° gennaio 2023, quello attuale rappresenta un momento storico ideale per cambiare, proprio in considerazione del fatto che il costo della materia prima gas è in aumento. 

Per questo motivo, per ottimizzare i risparmi nel passaggio al mercato libero – che potrà avvenire senza dover sostenere dei costi aggiuntivi e senza alcuna interruzione della fornitura – si consiglia di puntare su una promozione a prezzo fisso

Al fine di individuare quelle che rappresentano oggi le migliori offerte sulla componente gas che si possono attivare sul mercato libero dell’energia e del gas naturale si consiglia di utilizzare un comparatore di tariffe

Con uno strumento simile, che per esempio è presente sul portale di comparazione SOStariffe.it, sarà possibile capire quanto si potrà risparmiare con un determinato fornitore inserendo i propri dati di consumo, oppure effettuare una simulazione con parametri che si riferiscono all’uso che si fa del gas in casa, alla grandezza stessa dell’abitazione e al numero di componenti del proprio nucleo familiare. 

Scopri le offerte gas più convenienti del mercato libero

5. Attivare un’offerta Dual Fuel

Un ultimo modo per ottimizzare la scelta di una tariffa gas del mercato libero consiste nell’attivazione di una tariffa Dual Fuel. In cosa consiste? Nella pratica, si tratta di scegliere lo stesso fornitore sia per la bolletta della luce, sia per quella del gas. 

In questo modo si riceveranno:

  • vantaggi di tipo economico, in quanto si avrà accesso a degli sconti esclusivi;
  • vantaggi in termini pratici, poiché si riceverà la bolletta unificata. 

Nella scelta del fornitore per il gas, si consiglia anche di valutare quei provider che puntano sul fattore green e che propongono la bolletta digitale

Scegli di risparmiare sul gas con un’offerta di tipo Dual Fuel

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Consumi riscaldamento 2021: 5 consigli per abbassarli