Consumi, gli elettrodomestici in stand-by ci costano 72 euro l’anno

La lucina rossa accesa consuma energia e fa lievitare la bolletta di 72 euro l'anno. Il frigorifero è quello che consuma di più

Lasciare gli elettrodomestici in stand by comporta una spesa aggiuntiva sulle bollette di 72 euro l’anno. Soltanto nel periodo delle ferie, con la casa vuota e gli apparecchi in stand by si spendono mediamente in un mese 15 euro in più.

Secondo un’elaborazione dati da parte di Selectra Italia, l’apparecchio più costoso è il frigorifero: consuma fino a 480 Wh; a debita distanza segue lo stereo, che si ferma a 197 Wh (non essendo utilizzato sempre, al contrario del primo); in terza posizione si collocano stampante e pc con 175 Wh quotidiani. Fuori dal podio, ma sempre in grado di far male alle nostre tasche, il router, con consumi paria a 108 Wh, e l’accoppiata tv-dvd, che consuma ben 4 Wh ogni 24 ore.

Seguono poi caldaia (68 Wh), forno a microonde (65 Wh), spina del decoder inserita nella presa (61 Wh), radiosveglia (49 Wh), caricabatterie per il cellulare (46 Wh), spina del climatizzatore inserita nella presa (36 Wh) e lavatrice (16 Wh).

Consumi che in un anno sono pari a 325,35 kWh e che, alla lunga, non fanno per niente bene alle nostre tasche. Ma non solo: le lucine rosse degli elettrodomestici a cui non si fa caso hanno un costo elevato anche per l’ambiente. Soltanto negli Stati Uniti lo stand by comporta un consumo di energia pari a 19 miliardi di dollari e un rilascio nell’atmosfera di 44 milioni di tonnellate di anidride carbonica.

Leggi anche:
Come risparmiare fino al 30% sulla bolletta energetica “spegnendo” alcuni elettrodomestici
Dagli sconti Iva per la casa all’Erasmus, come risparmiare con la Stabilità 2016
Riscaldamento: come risparmiare fino al 90% in bolletta
La lettera di Telecom ai dirigenti: “Fate benzina self per risparmiare”

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Consumi, gli elettrodomestici in stand-by ci costano 72 euro l&#8...