Commissione Europea, via libera agli aiuti di Stato per l’Italia

Da Bruxelles arriva l'OK al Governo per concedere aiuti diretti alle aziende in maggiore difficoltà

Nuova boccata d’ossigeno in arrivo per le aziende italiane in difficoltà. La Commissione Europea ha infatti dato il via libera a 9 miliardi di euro di aiuti di stato che il Governo centrale, le regioni e le province potranno concedere alle imprese in difficoltà. Una novità non da poco, visto che fino a qualche settimana fa l’Esecutivo (e i vari enti locali) avevano di fatto le mani legate.

Il rischio, infatti, era quello di incorrere in una procedura d’infrazione da parte della Commissione per aiuti illegali. La novità è stata annunciata dalla vicepresidente esecutiva dell’Ue e responsabile della politica di concorrenza Margrethe Vestager, la quale ha anche chiarito le modalità operative grazie alle quali Governo, Regioni ed enti locali potranno correre in soccorso delle aziende in maggiore difficoltà. Come vedremo in dettaglio tra poco, si tratta di fatto di un “nulla osta” senza vincoli, che lascia ampia discrezionalità all’Italia.

Commissione europea, via libera agli aiuti di stato per l’Italia

L’obiettivo dello sblocco agli aiuti di stato, chiarisce la Vestager, è quello di supportare le aziende italiane in questo momento così critico e consentire loro di continuare a operare sul mercato. Gli aiuti di stato potranno essere concessi a tutte le aziende, indipendentemente dalla loro grandezza.

“A complemento di alcune misure nazionali gia’ approvate – ha affermato la responsabile alla concorrenza europea – questo regime supportera’ le imprese italiane nel continuare le loro operazioni in questi tempi difficili e aiutera’ a preservare i posti di lavoro. Continuiamo a lavorare a stretto contatto con gli Stati membri per garantire che le misure di sostegno nazionali possano essere attuate in modo tempestivo, coordinato ed efficace, in linea con le norme dell’Ue”.

L’unico vero limite sarà quello temporale. Come reso noto da Bruxelles, gli aiuti potranno arrivare solamente a quelle aziende che non erano in uno stato di crisi conclamata prima del 31 dicembre 2019. Insomma, deve esserci una correlazione diretta tra la crisi economica e l’esplosione della crisi sanitaria.

Aiuti di stato, come potranno essere concessi

Stando a quanto reso noto dalla Commissione Europea, l’Italia potrà aiutare imprese e aziende in vari modi. I 9 miliardi di “aiuti di statopotranno essere concessi tramite sovvenzioni dirette, garanzie su prestiti, aiuti alla ricerca e allo sviluppo relativi al COVID-19, sussidi salariali per evitare il licenziamento di dipendenti da parte di imprese in crisi economica.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Commissione Europea, via libera agli aiuti di Stato per l’Italia