Come fare la spesa alimentare risparmiando

Ti piacerebbe risparmiare soldi sulla spesa alimentare? Ecco alcuni consigli utili per spendere di meno

Ridurre i consumi e risparmiare, sia in termini economici che di risorse, è oggi sempre più necessario per rientrare con le spese familiari e, al contempo, per evitare sprechi che danneggiano noi stessi e l’ambiente in cui viviamo. Ecco perché è utile sapere come risparmiare sulla spesa, scegliendo in maniera più consapevole i prodotti da acquistare e pianificando correttamente gli acquisti quotidiani.

Come risparmiare sulla spesa alimentare: ecco alcuni consigli

Se ti stai chiedendo come risparmiare soldi sulla spesa puoi seguire alcune semplici regole, che ti aiuteranno a non acquistare prodotti inutili che probabilmente non consumerai mai e ad avere sempre sotto controllo la situazione.

Fare una spesa attenta

Uno dei primi accorgimenti da seguire per una spesa alimentare attenta e priva di sprechi è quello di preparare in anticipo una lista di ciò che realmente occorre in casa. Controllare frigo e dispensa e riportare su carta, o eventualmente sul proprio smartphone (grazie ad apposite app), i prodotti mancanti o prossimi a finire è un’ottima idea per avere un quadro chiaro di cosa acquistare e, dunque, per non rischiare di essere presi dalla smania di mettere nel carrello prodotti inutili, magari solo perché in offerta.

Avere una lista sotto mano è utile non solo per non acquistare prodotti già presenti in casa o che non utilizziamo, ma anche per non dimenticare ciò di cui abbiamo davvero bisogno.

Offerte e buoni sconto: sono davvero utili?

Le offerte periodiche dei supermercati, ma anche buoni sconto e coupon, possono essere un ottimo aiuto per risparmiare qualche euro, a patto di saperli utilizzare correttamente. Attratti dal prezzo più basso, talvolta finiamo per acquistare quantità eccessive di un prodotto oppure di portare a casa articoli inutili, il che quasi sempre si tradurrà nel gettare quegli stessi prodotti nella spazzatura una volta scaduti.

In occasione di volantini promozionali oppure se disponiamo di buoni sconto e coupon, la regola è dunque quella di prestare sempre attenzione alle reali necessità familiari e acquistare solo ciò che rientra nella lista della spesa, approfittando laddove possibile delle promozioni per noi realmente convenienti.

Attenzione agli imballaggi superflui

Una cosa a cui spesso non pensiamo è il fatto che, per la maggior parte dei prodotti che acquistiamo quotidianamente, ci ritroviamo a pagare anche gli imballaggi, il che rappresenta un costo nascosto per il nostro budget. Quando possibile, per esempio nel reparto frutta e verdura, è consigliabile preferire sempre i prodotti sfusi e freschi, una scelta che farà bene non solo alla tasca ma anche alla salute e all’ambiente. Ridurre la quantità di imballaggi significa infatti anche ridurre i rifiuti che finiranno in discarica.

Non lasciarsi attrarre dalle marche e dalle pubblicità

Il marketing ha l’obiettivo di far vendere i prodotti, puntando sull’immagine degli stessi e del brand che li commercializza. Tuttavia, spesso la differenza di qualità è solo percepita e, anzi, prodotti diversi provengono dagli stessi stabilimenti differenziandosi solo per la confezione. Saper leggere le etichette e riconoscere le opportunità di risparmio in tal senso è importante per mettere nel carrello articoli ottimi a prezzi nettamente inferiori.

Un trucco per individuare i prodotti più convenienti tra gli scaffali, inoltre, è quello di guardare la parte più bassa e quella più alta degli stessi, nelle quali si collocano solitamente le proposte meno costose. Questo perché all’altezza degli occhi vengono posti gli articoli delle marche che pagano di più e che, di conseguenza, presentano anche un prezzo finale più elevato, a prescindere dalla reale qualità.

Prodotti “private label”, un’occasione di risparmio

Negli ultimi anni, le grandi catene di supermercati hanno puntato sempre di più sulla creazione di etichette private (private label), ossia linee di prodotti a marchio proprio venduti a prezzi più bassa rispetto a quelli di marca. In genere si tratta di prodotti di buona qualità, realizzati dalle stesse aziende che producono per i brand più conosciuti.

Andando a spulciare le etichette di questi prodotti è possibile, per esempio, scoprire che ingredienti e valori nutrizionali di prodotti di marca e private label possono essere praticamente identici, ma che i relativi prezzi arrivano ad avere differenze anche pari al 30-40%. Ciò accade per tantissimi prodotti, dai biscotti alla pasta, dai legumi in scatola fino ai detersivi. Rivolgere l’attenzione ai prodotti private label può dunque essere un ottimo consiglio da seguire quando ci si chiede come risparmiare soldi sulla spesa.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come fare la spesa alimentare risparmiando