Come fare soldi con un secondo lavoro (senza fare troppa fatica)

Non importa quanto sei impegnato, perché puoi trovarti un secondo lavoro e fare soldi grazie a quello

Fare soldi con un secondo lavoro è possibile, basta solo sfruttare al massimo le proprie conoscenze personali e gli strumenti che si hanno già a propria disposizione (senza fare troppa fatica).

Con la crisi occupazionale e un mercato del lavoro sempre più competitivo, trovarsi un secondo lavoro può davvero fare la differenza oggi. Con un po’ di fortuna e ingegno, inoltre, ogni lavoretto extra può trasformarsi in una vera e propria rendita (e non essere quindi solo un modo come un altro per arrotondare lo stipendio).

Non tutti i lavori, però, sono pagati allo stesso modo. Per questo motivo, prima di capire a quale attività extra dedicarsi, bisogna farsi una domanda precisa, ovvero: di quanti soldi ho veramente bisogno? Questo può essere un ottimo punto dal quale partire, poiché solo ragionando in questo modo si sarà in grado di scartare gli impieghi poco remunerativi.

Un altro punto che non bisogna sottovalutare, inoltre, è il fattore tempo. Chi ha già un lavoro a tempo pieno, una famiglia o delle responsabilità personali e professionali che lo tengono molto impegnato, deve puntare ad un lavoro flessibile, che tenga conto del risultato e non del tempo impiegato a raggiungerlo. Il migliore, ovviamente, resta quello che in poco tempo fa guadagnare di più.

Un secondo lavoro, oltre al tempo, potrebbe richiedere anche un impiego di risorse aggiuntive. Potrebbe essere necessario spostarsi da un posto all’altro e, in questo caso, tenere conto delle distanze e dei soldi impiegati a coprirle (biglietto dei mezzi, benzina macchina etc.).

Per dedicarsi ad un’attività extra, inoltre, potrebbe essere necessario acquistare attrezzature nuove, scaricare programmi a pagamento per il computer o abbonarsi a dei servizi di cui prima non si aveva bisogno Di queste spese è necessario sempre tenerne conto, e questo perché la retribuzione extra, al netto dei costi sostenuti, potrebbe non assicurare chissà quali grosse entrate alla fine dei conti.

Per questo motivo, una mossa vincente, che vale un po’ per tutti ma soprattutto per chi sta pensando di trovarsi un secondo lavoro, è quella di trovarsi un impiego che tenga conto dei mezzi che si hanno a propria disposizione.

Fatto ciò bisognerà passare all’analisi delle proprie capacità e competenze.

È ovvio che portare a termine un progetto senza difficoltà, perché magari si ha una certa predisposizione a farlo, comporterà un impiego minore di tempo ed energie. Questo tipo di approccio da la possibilità di dedicarsi a più cose contemporaneamente e, quindi, di fare più soldi.

Ricapitolando, quindi, il lavoro secondario ideale (ovvero che ti permette di fare soldi senza fatica) è quello che:

  • fa risparmiare tempo, sfruttando al massimo quello che si ha a propria disposizione;
  • permette di utilizzare conoscenze e strumenti già in proprio possesso, senza dover investire in altro;
  • è ben pagato, e tale rimane al netto delle spese sostenute.

Mai sottovalutare, in fine, tasse e contributi da pagare. Come ogni lavoro, anche quello secondario deve essere dichiarato al Fisco. Prima di intraprendere un’attività extra, quindi, è fondamentale consultare il proprio commercialista. Il peso fiscale potrebbe essere eccessivo e i soldi guadagnati potrebbero non essere abbastanza per far fronte a tutte le spese.

Se, fatte tutte considerazioni, le entrate nette del secondo lavoro rimangono comunque soddisfacenti, allora fare soldi extra sarà più facile di quanto si possa immaginare.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come fare soldi con un secondo lavoro (senza fare troppa fatica)