Come fare la disdetta WebCube: rescindere è semplice

La disdetta di WebCube offerto dalla Tre può essere più semplice del previsto se si conoscono alcune sottigliezze del mestiere. Scopriamo insieme quali

La disdetta di WebCube è una procedura che richiede di compiere qualche passaggio. Prima, però, vediamo in dettaglio di cosa si tratta. WebCube è un servizio offerto dalla Tre utile per collegarsi al web. La tipologia di connessione è HSPA, il che significa che la velocità di connessione è buona, e anche il servizio stesso è comodo. Qualora il servizio presenti degli errori, sia troppo lento, oppure vi siano costanti malfunzionamenti, è possibile disdire l’abbonamento, sia nelle prime 2 settimane d’utilizzo, che dopo. Per connettersi alla rete , la Tre fornisce al cliente un dispositivo elettronico tramite il quale avviene il collegamento.

Per procedere nella disdetta del servizio WebCube, bisogna ricordarsi che, qualora il contratto sia stato sottoscritto tramite internet, rete o fax, il cliente ha sempre 14 giorni di tempo per disdire senza alcuna spesa. Il dispositivo che la Tre fornisce al cliente per effettuare il collegamento, dovrà essere pagato soltanto se la sottoscrizione sia avvenuta senza l’uso delle tecnologie a distanza, oppure dopo le prime due settimane dalla data di sottoscrizione.

Per effettuare la disdetta bisogna inviare una raccomandata alla Tre. In questa si deve inserire una lettera con espressa la chiara volontà di disdire il servizio. In allegato va inviata la fotocopia di un documento d’identità della persona che ha sottoscritto il contratto, e che vuole la disdetta. È consigliabile anche d’indicare i propri dati bancari. La raccomandata dev’essere spedita all’indirizzo della sede della Tre a Roma , ovvero “Casella postale 122 – Cinecittà Roma”. Una volta ricevuta la raccomandata con tutti i documenti in allegato, l’azienda ha il dovere di cessare la fornitura del servizio entro 30 giorni dalla data di ricevimento.

Se il contratto è stato revocato dopo 14 giorni, il prezzo del dispositivo fornito dalla Tre continuerà comunque ad arrivare insieme alla fattura del telefono. Il dispositivo sarà considerato pagato soltanto dopo 30 mesi dalla data di sottoscrizione del contratto. Come già scritto, non effettuando la disdetta di Webcube si dovrà pagare il dispositivo soltanto nel caso in cui il servizio sia stato accordato per via dei mezzi di comunicazione. In tal caso, il dispositivo potrà essere restituito all’azienda. Bisogna tenere comunque in conto che il contratto con la Tre potrà essere sottoscritto di nuovo in ogni momento.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come fare la disdetta WebCube: rescindere è semplice