Come fare la disdetta tim: rescindere è semplice

La disdetta Tim richiede di svolgere pochi ma, essenziali passaggi. In alcuni casi è possibile incorrere in penalità. In altri no. Scopriamone di più insieme

La disdetta Tim è una procedura necessaria quando l’utente decide di cambiare o rimuovere completamente il gestore telefonico. Per effettuarla, bisogna connettersi al sito internet dell’operatore e, tra i vari moduli, cercare quello che si addice alla propria situazione contrattuale. Questo non è facile, poiché i moduli sono tantissimi. Una volta trovato il modello di disdetta relativo al proprio piano tariffario, bisogna scaricarlo sul computer. Per farlo è necessario aprirlo e quindi cliccare su “Salva con nome”, oppure scegliere l’icona di un piccolo floppy disk presente accanto al documento.

Una volta cliccato, il modulo per la disdetta Tim verrà scaricato sul computer in formato pdf. Generalmente il download dura pochi attimi. Una volta che il modulo è stato scaricato sul computer occorre stamparlo e compilarlo in ogni sua parte. In questo frangente si deve prestare attenzione a non commettere errori ortografici, altrimenti la richiesta di disdetta potrebbe essere invalidata. Se si vuole cessare il servizio, bisogna apporre una croce nella casella vicino alla scritta “cessazione del numero sopra indicato”.

Per completare la disdetta Tim, bisogna spedire il modulo tramite una raccomandata con ricevuta di ritorno alla sede della Telecom Italia a Crotone. Alla raccomandata bisogna allegare la fotocopia di un documento d’identità dell’intestatario. L’indirizzo preciso della sede è: ” Telecom Italia c/o Abramo Customer Care S.p.A. – Casella Postale 500 – 88900 Crotone (KR)”. In alternativa è possibile spedire il modulo tramite fax al numero 800.600.119. Una volta ricevuta la richiesta, l’azienda avrà a disposizione circa un mese di tempo per cessare completamente il servizio. I costi di disattivazione della pratica variano in base al tipo di abbonamento e al tempo trascorso dalla data di sottoscrizione del contratto.

Qualora la Tim abbia fornito all’utente dei dispositivi elettronici in comodato d’uso, questi sarà tenuto a restituirli all’azienda nell’arco di 30 giorni dopo la disdetta. Se questo non avvenisse, l’utente sarà costretto a pagare un’ulteriore penalità a seconda del numero di dispositivi trattenuti e del loro costo. La richiesta di disdetta può essere annullata in ogni momento chiamando il servizio clienti dell’azienda ed esponendo all’ operatore la propria volontà. Altrimenti è possibile scaricare dal sito web della Tim un altro modulo e inviarlo compilato all’indirizzo indicato.

Come fare la disdetta tim: rescindere è semplice