Come fare la disdetta quota associativa Inps: rescindere è semplice

Per disdire la quota associativa dell'INPS bisogna conoscere una serie di meccaniche e di date, oltre ai documenti da presentare nella sede INPS

Disdire la quota associativa dell’INPS è oltremodo semplice, ma richiede la conoscenza di una serie di fattori. In particolare questi riguardano le varie date, nelle quali la domanda verrà lavorata, oltre alla modalità di presentazione della richiesta stessa. Quest’ultima dovrà essere inviata a Ipost tramite lettera raccomanda, in formato carta libera, con la fotocopia di un documento d’identità in allegato. Non appena l’ INPS riceverà la richiesta di revoca, la metterà in coda di lavorazione. Man mano che saranno lavorate le richieste, verranno interrotte anche le trattenute.

Così il primo aprile verranno interrotte le trattenute sindacali, la cui richiesta è stata lavorata dal 16 dicembre 2015 al 15 marzo del 2016. Al primo luglio toccherà a quelle comprese tra il 16 marzo e il 15 giugno. Il primo ottobre 2016 sarà la volta delle richieste lavorate tra il 16 giugno e il 15 settembre. Il primo giorno del 2017 toccherà a tutte le richieste lavorate tra il 16 settembre e il 15 dicembre. Una volta che la trattenuta è stata revocata, non servono altre azioni da parte del pensionato o di chi ne fa le veci.

Il modulo per richiedere la disdetta può essere facilmente trovato in rete. Per disdire la quota associativa dell’INPS, si deve scaricarlo, compilarlo inserendo i propri dati, le varie generalità e il resto delle informazioni, firmarlo e inviarlo a Ipost. Qualora il pensionato non fosse in grado a completare questa procedura in modo autonomo, potrebbe richiedere la delega del compito a qualcuno dei suoi parenti o amici. Per questa operazione servirà il documento della delega, fattibile da un qualsiasi notaio. Insieme alla richiesta, si dovrà quindi inviare anche la fotocopia della delega.

La richiesta potrà anche essere presentata direttamente nella sede dell’INPS. Anche in tal caso ci si dovrà munire del documento d’identità e del modulo di richiesta compilato senza errori. Per disdire la quota associativa dell’INPS si dovrà comunque attendere la lavorazione della propria richiesta in base ai giorni indicati sopra. Ugualmente, qualora il pensionato non potesse svolgere questa procedura autonomamente, potrebbe delegare una qualsiasi altra persona. A tutti i documenti indicati sopra, questa dovrebbe aggiungere anche la delega. Ovviamente, qualora il pensionato volesse tornare a versare la quota associativa all’INPS, basterebbe compilare un modulo e inviarlo a ipost. .

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come fare la disdetta quota associativa Inps: rescindere è semplice