Come fare la disdetta enel per decesso: rescindere è semplice

La disdetta enel per decesso è una semplice operazione. Non richiede di spendere tempo, non comporta penalità e può essere eseguita anche a casa

La disdetta Enel per decesso è una procedura che richiede di compiere un solo passaggio. Come per le altre situazioni simili, bisogna recarsi sul sito web del fornitore e tra i vari moduli disponibili cercare quello che si addice al proprio caso. In particolare il modulo deve riguardare la disdetta dal contratto d’ energia elettrica per decesso dell’intestatario. Trovato il modulo, il cliente deve scaricarlo sul proprio computer. Quindi, avvalendosi di determinate applicazioni, può procedere a compilarlo direttamente sul computer. In alternativa l’utente può stampare il cartiglio e compilarlo a mano.

In questo secondo caso, il modulo per la disdetta da Enel per decesso dev’essere compilato con una calligrafia comprensibile e semplice. Il cartiglio va compilato prestando attenzioni a errori di vario genere. In caso di imprecisioni del nome, del cognome, della locazione o altri dati la richiesta potrebbe essere annullata. Una volta compilato il cartiglio, bisogna apporre la firma. Questa deve appartenere a un parente del deceduto. Nel cartiglio vi è, inoltre, il campo per il numero cliente. È possibile conoscerlo prendendo l’ultima bolletta.

Una volta compilato il modulo, bisogna spedire la richiesta di disdetta da Enel per decesso tramite una raccomandata con ricevuta di ritorno alla sede centrale del fornitore a Potenza . Alla raccomandata bisogna allegare il certificato di morte dell’intestatario e la fotocopia di un documento d’identità di colui che ha apposto la firma. La casella postale a cui deve arrivare la raccomandata è 8080, il CAP della città di Potenza è 85100. Qualora non si voglia cessare la fornitura, si può semplicemente richiedere il cambio d’intestazione.

In questo caso bisogna cercare e compilare un cartiglio diverso. Quindi si deve firmarlo e allegare alla raccomandata tutti i documenti necessari, compresi quelli indicati sopra. Generalmente, per cessare il servizio o cambiare l’intestatario ci vuole qualche giorno a partire dalla data di ricezione della richiesta da parte degli impiegati dell’azienda. A modifica avvenuta colui che ha compilato il modulo sarà avvisato tramite una telefonata. Ovviamente, si può sempre annullare la propria richiesta di disdetta. Per farlo basta chiamare il Servizio Clienti Enel comunicando all’operatore la propria volontà di annullare la richiesta di disdetta.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come fare la disdetta enel per decesso: rescindere è semplice