Come fare la disdetta canone Rai: rescindere è semplice

La disdetta del canone RAI è una semplice procedura, che però richiede di conoscere una serie di passaggi e alcuni fattori. Vediamo insieme quali

La procedura di disdetta del canone RAI può essere più semplice del previsto, ma solo se si conoscono alcune sottigliezze del mestiere. Difatti, il canone RAI non si può disdire se si possiede in casa un apparecchio adattabile alla ricezione delle trasmissioni televisive. In altro caso, per disdire il canone bisogna semplicemente inviare alla sede RAI della propria regione una raccomandata con ricevuta di ritorno. Nella raccomandata dev’essere chiaramente specificata la volontà di disdire il canone, segnalando anche la destinazione del proprio apparecchio televisivo.

Il canone RAI, difatti, è valido solo per coloro che possiedono un televisore. Qualora questo sia assente, non vi è motivo per continuare a pagare il canone insieme alla fattura d’energia elettrica. La disdetta del canone RAI è una procedura abbastanza semplice ma, a cui bisogna fare una buona dose di attenzione. Difatti, la RAI potrebbe effettuare dei controlli insieme all’ Agenzia delle Entrate , tanto per accertarsi che l’apparecchio in questione sia veramente assente all’indirizzo indicato. C’è anche da ricordarsi che esistono una serie di categorie di persone che hanno il diritto a non pagare il canone.

Non devono fare la disdetta del canone RAI tutte quelle persone che hanno un’età superiore o pari ai 75 anni e un reddito annuale inferiore a 8 mila euro. Tutte le modalità utili per presentare la richiesta di esenzione dal pagamento dovrebbero essere stabilite quest’anno dal Ministro dell’Economia. Inoltre, sono esenti dal pagamento del canone i possessori di una seconda casa. Questo poiché pagheranno il canone per la prima. Sono esenti anche i militari delle Forze Armate Italiane e quelli appartenenti alla NATO.

Nelle categorie esenti dal pagamento è possibile trovare gli agenti diplomatici. Questi sono esentati dall’obbligo di pagare il canone, ma solo a patto che nello Stato da loro rappresentato i diplomatici italiani possano godere di trattamento simile. Sono esonerati dal pagamento tutti i rivenditori e i riparatori TV. Tutti gli altri dovranno pagare il canone RAI insieme alla bolletta d’energia elettrica. Ovviamente, presentando alla sede della RAI la raccomandata con la richiesta di disdetta del canone e segnalando in questa informazioni false, si corrono rischi di natura penale . Perciò conviene pensarci due volte prima d’iniziare la disdetta del canone RAI.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come fare la disdetta canone Rai: rescindere è semplice