Come fare la disdetta canone rai per decesso: rescindere è semplice

La disdetta del canone RAI per decesso è un'operazione che richiede di compiere alcuni passaggi. Questi non sono complicati e richiedono davvero poco tempo

La disdetta del canone RAI per decesso avviene utilizzando un particolare modulo che si trova in rete. La compilazione del modulo è un’azione che spetta agli eredi della persona deceduta. Sta quindi a loro trovare, scaricare e compilare il modulo. Quando si inseriscono i vari dati richiesti dal cartiglio, bisogna restare concentrati per non commettere errori. Commettere qualche errore nel nome o nel cognome del defunto, oppure fare errori di qualsiasi tipo per quanto riguarda l’indirizzo potrebbe comportare l’annullamento della richiesta di disdetta del canone RAI per decesso.

Oltre ai dati generali, nel modulo bisogna anche specificare il luogo e la data del decesso dell‘intestatario dell’abbonamento. Tutti questi dati saranno utili agli impiegati della RAI per verificare la veridicità delle informazioni. La firma del modulo deve appartenere a uno degli eredi del defunto. Una volta compilato il modulo, bisognerà spedirlo tramite raccomandata con ricevuta di ritorno all’Agenzia delle Entrate. In particolare, la raccomandata deve essere destinata all’Ufficio Torino 1, Sportello Abbonamenti TV, la Casella postale numero 22, con il CAP 10121 di Torino .

Qualora si voglia annullare la disdetta del canone RAI per decesso, è possibile farlo scaricando un altro modulo. Questo dev’essere ovviamente compilato, firmato e spedito allo stesso indirizzo. In alternativa è possibile chiamare gli uffici della RAI o dell’ Agenzia delle Entrate spiegando loro il proprio problema. Nel caso in cui gli eredi non vogliano disdire l’abbonamento, potrebbero semplicemente chiedere la variazione dell’intestazione a nome di un erede del defunto. Quest’ultimo, però, non dev’essere già abbonato e deve possedere un televisore.

Il modulo da scaricare e compilare è lo stesso, e anche la procedura è uguale. L’unica variazione consiste nell’esprimere la volontà di cambiare intestatario, piuttosto che disdire il canone. Alla raccomandata va allegata la fotocopia di un documento d’identità del nuovo intestatario e il codice fiscale. La disdetta del canone o la variazione dell’intestatario avverranno in modo immediato non appena l’Agenzia delle Entrate riceverà la raccomandata. Qualora questo non avvenga per qualche motivo, sarà la stessa Agenzia delle Entrate a contattare l’intestatario comunicandogli il problema.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come fare la disdetta canone rai per decesso: rescindere è semplice