Investimenti immobiliari: come fare in Italia o all’estero

Guida su come fare investimenti immobiliari in Italia o all'estero: scopri tutte le opzioni

Investire nel mattone è un’attività che non passerà mai di moda: nonostante la svalutazione del mercato immobiliare si tratta sempre di un prodotto fisico certo per ogni investitore. Del resto, si sa, spesso la ricchezza si manifesta proprio nei beni materiali, per questo perché non iniziare?

Sono in molti a dire che investire in immobili oggi non conviene più, perché tantissimi sono convinti che comprare casa non possa più essere una fonte di reddito: effettivamente, non c’è una modalità in assoluto conveniente, bisognerà valutare una serie di fattori personali, come la motivazione che ci spinge ad acquistare, se intendiamo fare investimenti immobiliari in Italia o all’estero, se la casa sarà ad uso abitativo o per un’ulteriore entrata nel proprio bilancio. Cerchiamo di capire allora la cosa migliore da fare per ogni situazione se vogliamo puntare sugli investimenti immobiliari.

Investire in immobili per uso abitativo

Se stai pensando di investire un capitale nell’acquisto di una casa per andarci a vivere invece di continuare a spendere soldi per un affitto, ci sono diversi parametri di cui tenere conto. Innanzitutto la disponibilità economica, il gusto personale, ma anche il numero dei componenti del nucleo familiare: se ci sembra di aver trovato un grande affare ma poi sarebbe scomodo per la vita quotidiana, non sarebbe un investimento immobiliare fallimentare?

Investimento immobiliare a reddito

In questo caso, potremmo investire in immobili per rivendere dopo qualche anno e guadagnarci, oppure per affittare la casa o una stanza e percepire denaro. In questo caso è più conveniente un investimento immobiliare o finanziario? Anche qui bisogna tener conto del mercato corrente, dei prezzi del mattone e dei guadagni possibili con investimenti bancari: se brancoliamo proprio nel buio forse è il caso di contattare un consulente che ci sappia consigliare al meglio. Se intendiamo investire in immobili, ecco qualche consiglio per guadagnare.

Comprare case da ristrutturare per rivenderle

Non c’è dubbio: acquistare un rudere e riportarlo a splendore può farci guadagnare molto. Questo è uno dei sistemi più utilizzati da chi vuole investire oggi in immobili ma ha un capitale limitato per cominciare, perché le spese iniziali sono sicuramente inferiori.

Certo, la paura del flop è molta e bisogna armarsi di coraggio e forza d’animo. Prima di acquistare sarebbe bene valutare i costi di ristrutturazione, se la casa è da buttare giù e rifare o se è sufficiente mettere a norma gli impianti e tinteggiare le pareti: potremmo far fare dei sopralluoghi a dei tecnici e chiedere un preventivo per farci un’idea almeno sommaria.

Investire in case per vacanze

Un altro modo per guadagnare con investimenti immobiliari in Italia o all’estero è quello di acquistare case in luoghi turistici per affittarli per vacanze o brevi periodi. In questo caso sono altri i parametri da considerare: la posizione della struttura se centrale o periferica, vicino al mare/montagna o alle attrazioni turistiche ma anche la soluzione abitativa, ovvero se si tratta di casa indipendente con giardino o di un appartamento in un condominio. A questo punto dovremo informarci sui prezzi correnti nella zona e valutare se effettivamente riusciamo a ritagliare un margine di guadagno, considerando anche le spese di gestione e manutenzione.

Acquistare casa per affittarla

Anche qui prima di firmare il rogito è importante considerare il costo degli affitti per stanza o per l’intero appartamento della zona e valutare se la mensilità sia più alta della rata del mutuo, cui vanno sommate le varie spese di manutenzione e di gestione. Così potremo capire se conviene investire in immobili.

Come risparmiare sull’acquisto di una casa

Per concludere, conviene investire in immobili? Non è detto, però possiamo usare sicuramente qualche accorgimento per risparmiare più possibile sull’acquisto in una casa e quindi ampliare il nostro margine di guadagno sia nel rivenderla che nell’affittarla. Ecco qualche trucco.

Comprare casa all’asta

Questo sistema è utilizzato da tantissime persone, e non tutti sanno che possono aggiudicarsi l’immobile all’asta anche accendendo un mutuo: non è quindi necessario avere tutto il capitale all’inizio, bisognerà mettersi d’accordo con gli Istituti di Credito convenzionati con le aste giudiziarie. In questo modo potremmo riuscire a comprare case a prezzi davvero bassi, rendendo conveniente il nostro investimento in immobili.

Risparmiare sulle Agenzie immobiliari

Sebbene i meno esperti possano essere guidati e consigliati da un’agenzia immobiliare certificata e di comprovata serietà, dovremo considerare dei costi ulteriori da pagare a eventuali esperti, che generalmente si aggirano attorno al 3% del prezzo finale.

Focalizzati sull’affare, non sull’immobile

Se intendiamo fare investimenti immobiliari a rendita non è necessario innamorarsi della casa: anzi, il rischio è quello di impuntarsi su un certo obiettivo e quindi non aver problemi ad alzare il prezzo o a scendere a compromessi, il che riduce senz’altro il margine di guadagno. Cerchiamo invece l’affare, la casa scontata e quella che in prospettiva può offrire di più. Anche quando ci sembra che questo potrebbe essere l’investimento immobiliare della nostra vita, non fissiamoci: altri affari capitano tutti i giorni se si ha a disposizione un capitale o la possibilità di accendere un mutuo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Investimenti immobiliari: come fare in Italia o all’estero