Come attivare una carta di credito senza conto corrente

Come avere una carta di credito senza conto corrente e qual è la carta di credito più facile da ottenere? Ecco cosa sapere. g

La carta di credito è uno strumento di pagamento davvero molto particolare: come la carta di debito, risulta collegata a un conto corrente. Tuttavia, prevede un benefit esclusivo: la presenza del plafond. 

Chiamato anche fido, il plafond di una carta di credito è un importo che permette di pagare anche se non si disponga di soldi sul conto corrente nel momento in cui avviene la transazione, che sarà scalata in un momento successivo. 

L’importante è:

  • non superare il tetto massimo del plafond;
  • avere i soldi sul conto quando si verificherà l’addebito (che potrà essere in una data ben precisa il mese successivo o a rate). 

Tutto questo meccanismo ci fa capire che una carta di credito ha bisogno di un conto corrente e che non si possono attivare in alcun modo carta di credito senza conto corrente. 

Scopri quali sono le migliori carte di pagamento digitali online

Come trovare una carta di credito velocemente

Quanto detto nel paragrafo precedente porta a dover fare alcune valutazioni in relazione alla richiesta di una carta di credito: si dovrà infatti procedere prima con l’attivazione di un conto corrente

La migliore soluzione per risparmiare è rappresentata dalla scelta di un conto corrente online a zero spese, ovvero un conto in cui non si dovrà pagare il costo del canone mensile di gestione e con il quale si potranno richiedere delle carte di credito a costi più bassi rispetto alla media nazionale. 

Scegli una carta di credito online

Ci sono alcune offerte che si possono prendere in considerazione se il proprio obiettivo è quello di richiedere una carta di credito:

  1. il conto corrente online di Widiba;
  2. il conto corrente online di ING Direct

Widiba è una banca 100% digitale che propone un conto corrente con canone gratuito per i primi 12 mesi o gratuito fino al compimento dei 30 anni di età. Oltre a una carta di debito e a una carta di tipo prepagato, che sono a costo zero, si potrà richiedere una carta di credito

Ne esistono diverse versioni. Si segnala in particolare:

  • Widiba Carta Classic, che ha un costo di 20 euro all’anno e un plafond di 1.500 euro;
  • Widiba Carta Gold, che è disponibile al costo di 50 euro all’anno e un plafond di 3.000 euro. 

Confronta le migliori carte di pagamento disponibili direttamente online 

Il conto corrente online proposto da ING si chiama conto corrente Arancio: prevede la gratuità del canone mensile, dei bonifici online e dei prelievi di contante sia in Italia sia nel resto dell’Europa. 

Si tratta di un conto corrente sicuro, 100% digitale, che si potrà gestire comodamente da casa, da PC o app, grazie all’esistenza dei servizi di Internet e mobile banking. Al conto è associata sia una carta di debito MasterCard a costo zero, sia una carta di credito – la MasterCard Gold – con plafond fino a 1.500 euro

Carte di pagamento senza conto corrente: quali sono? 

Ci sono due diverse possibilità nel caso in cui si volesse una carta di pagamento elettronico indipendente dal conto corrente. Si tratta di:

  • carte prepagate (chiamate anche carte ricaricabili);
  • carta conto con IBAN

Entrambe non prevedono in genere costi di gestione, ma potrebbe essere richiesto un contributo una tantum per la loro emissione. Un esempio di carta di tipo ricaricabile è la prepagata proposta da Tinaba, conto online di Banca Profilo, che permette di pagare direttamente dall’applicazione dedicata. 

Questa carta potrà essere ricaricata gratuitamente direttamente dal conto ed essere utilizzata sia per effettuare acquisti dal vivo, sia per i pagamenti online. Si tratta di uno strumento di pagamento sicuro. 

Un’altra carta prepagata molto diffusa è la Postepay. La versione standard ha un costo di emissione di 10 euro, ma non prevede alcun canone di gestione. Appartiene al circuito VISA e può essere utilizzata per:

  • comprare online;
  • fare shopping in Italia e all’estero:
  • prelevare denaro dagli sportelli ATM Postamat e bancari. 

Le carte prepagate sono migliori delle carte di credito quando si vogliono prelevare contanti in quanto non vengono invece applicate delle commissioni (presenti invece per i prelievi con carta di credito). 

Le carte conto con IBAN si differenziano dalle normali carta prepagate proprio per la presenza dell’IBAN, che rende possibile l’esecuzione di alcune delle operazioni tipiche di un conto corrente, come per esempio l’invio e la ricezione dei bonifici. 

Un esempio è rappresentata dalla carta Postepay Evolution, la quale prevede un canone annuo di 12 euro e permette di:

  • ricevere l’accredito dello stipendio o della pensione;
  • domiciliare le utenze;
  • pagare i bollettini;
  • inviare e ricevere bonifici;
  • pagare contactless oppure online, utilizzando un dispositivo iOS o uno Android, quindi tramite Apple Pay o Google Pay.