Tessile e abbigliamento. La Cina prepara l’invasione

Il via libera dall'Unione europea. Nel 2008 cadranno tutte le limitazioni all'export cinese

 

A partire dal 1° gennaio 2008 i mercati europei rischiano di essere nuovamente invasi da camice, maglie e pantaloni confezionati nel paese asiatico.
L’Unione europea non può più prorogare le limitazioni all’export. E’ questo il contenuto della lettera, datata 10 settembre, del commissario al commercio con l’estero, Peter Mandelson, inviata al governo italiano.

EXPORT CINESE SENZA LIMITI. LASCIA IL TUO COMMENTO

Dunque l’Europa si prepara a riaprire nuovamente e completamene le dogane, eliminando le restrizioni concordate con il governo di Pechino nel giugno 2005.
Da gennaio scompariranno i dazi e qualsiasi contingentamento. Il fronte protezionista, compatto fino a due anni fa, si è rapidamente squagliato.
Lo schieramento liberalizzatore, guidato da Gran Bretagna, Olanda e Svezia – sotto le pressione delle lobby della grande distribuzione – ha ormai una maggioranza politica tale da respingere ogni richiesta di proroga.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tessile e abbigliamento. La Cina prepara l’invasione