Chi detiene il debito italiano?

Debito italiano, i principali paesi che lo hanno in mano. Il 39% del debito pubblico italiano è detenuto da investitori provenienti da stati stranieri, scopriamo quali

La quota del debito pubblico italiano in mano a investitori stranieri è salita al 39%, percentuale inferiore di ben 12 punti se si considera il livello raggiunto prima della crisi, ma più alta di 4 punti se messa a confronto con il picco negativo toccato nel 2012.
Continua a calare, invece, la percentuale di debito che finisce nei portafogli delle famiglie italiane rispetto ai valori del 2013, ma ancora abbastanza stabile rispetto alla percentuale raggiunta nel 2014.
I paesi principali che concorrono da sempre per detenere la maggior parte del debito pubblico italiano sono due: Germania e Francia.

La Germania detiene titoli italiani pari al valore di circa 29 miliardi di euro divisi fra due banche tedesche, la Deutsche Bank e la Commerzbank, ed il colosso assicurativo Allianz che possiede la maggior parte dei titoli italiani in mano alla Germania.
Spostandoci in Francia, lo stato ha in mano titoli italiani pari ad un valore di 65 miliardi di euro, somma molto maggiore rispetto alla sua rivale tedesca.
Questo è un valore più basso rispetto al 2011, ma in veloce ripresa negli ultimi anni.
Il colosso francese Crédit Agricole detiene moltissimi titoli italiani, anche se il gigante delle assicurazioni Axa ne detiene la maggior parte.

Ovviamente ci sono anche altri paesi europei e intercontinentali che possiedono una buona parte dei titoli italiani e quindi del debito pubblico presente in Italia, anche se in percentuali molto più basse rispetto allo stato tedesco ed a quello francese.
Gli inglesi hanno in mano circa 4 miliardi di euro di titoli italiani detenuti quasi tutti dal colosso Barclays .
In Spagna i titoli ammontano a 7 miliardi di euro, divisi equamente fra le varie banche senza una particolare concentrazione.
Titoli per altri 4 miliardi di euro sono detenuti in Svizzera principalmente da Credit Suisse e da UBS, anche se quest’ultima ha continuato ad alleggerirsi fino a detenere solo 740 milioni di euro di titoli italiani.
Parlando di paesi mondiali che detengono la maggior parte dei titoli italiani, i dati più significativi e ben visibili che sono ovviamente emersi dagli Stati Uniti e dallo stato orientale giapponese, nonostante sia l’America che il Giappone abbiano un debito pubblico altissimo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Chi detiene il debito italiano?