Cellulari, il carica batterie unico arriva il prossimo anno

Lo standard scelto dai produttori è quello del micro-usb. Anche Apple firma aderisce all’iniziativa

Dovevano trovarsi nei negozi già dal 2010, invece – grazie all’accordo tra i maggiori produttori – solo a partire dal 2011 saranno disponibili sul mercato.
Nei 27 paesi dell’Unione Europea dovrebbero uscire a gennaio 2011 i primi modelli di cellulari con caricabatterie standard in dotazione. La data non è ufficiale, ma in Commissione Europea sono certi di poter rispettare questa nuova scadenza.

Tutto nasce da un protocollo d’intesa siglato ancora nell’orami lontano febbraio 2009 tra la Commissione Europea e i maggiori produttori di cellulari al Mobile World Congress di Barcellona. Un accordo con cui produttori come Nokia, Nec, Motorola, Samsung, Sony Ericsson, Rim e altri si impegnavano a trovare uno standard comune per la ricarica dei loro cellulari. Dopo un primo rifiuto, anche Apple ha detto sì: metterà in produzione un adattatore in grado di connettersi sia all’iPhone sia al riproduttore musicale iPod.

Lo standard scelto dai produttori è quello del micro-usb. A dire il vero sul mercato esistono già alcuni cellulari che utilizzano questo tipo di connessione per la ricarica della batteria (come l’N97 di Nokia), ma da gennaio 2011 questa dovrà essere la regola. Il protocollo d’intesa lascia comunque spazio alle nuove tecnologie che, nel corso degli anni, renderanno obsoleto anche il micro-usb, oggi considerato il più affidabile.

Il passaggio al caricatore unico farà bene all’ambiente. Secondo Gsma, l’associazione che riunisce i principali produttori di telefonino, lo standard unico permetterà risparmiare fino al 50% di energia legata alla fase di stand-by dei trasformatori ed eliminerà 50 mila tonnellate di caricatori doppi.

Cellulari, il carica batterie unico arriva il prossimo anno