CdM, via libera a nuovo contratto nazionale Sanità. Oggi vertice Conte-Mittal

Prende forma il piano del Governo sull’ex Ilva in vista dell’incontro di oggi con Lakshmi e Aditya Mittal

“Una bellissima notizia! Arriva il via libera in Consiglio dei Ministri al nuovo contratto del personale sanitario pubblico!! Finalmente più risorse per chi ogni giorno si prende cura della nostra Salute”, lo scrive in un tweet il Ministro della Salute Roberto Speranza dopo che in Consiglio dei Ministri è arrivato il semaforo verde al contratto dell’area sanità 2016-2018.

“È un risultato per cui abbiamo molto lavorato, di concerto col ministero della Salute, e che ci dà grande soddisfazione – spiegano fonti del Dipartimento funzione pubblica – Un obiettivo raggiunto che ci consente di sostenere il rilancio del Servizio sanitario nazionale in un’ottica redistributiva e di inclusione sociale”. 

 Soddisfazione espressa anche dal segretario nazionale della Fp Cgil Medici e Dirigenti Ssn, Andrea Filippi.
“È stato un percorso tortuoso perché un contratto particolarmente positivo per i professionisti ha suscitato in questi mesi qualche difficoltà, ma l’impegno del Governo e delle Regioni consente di raggiungere il risultato sperato prima della fine dell’anno”.

Inoltre, prosegue il dirigente sindacale, “dobbiamo riconoscere il grande lavoro del ministro della salute, Roberto Speranza, del ministro della Pa, Fabiana Dadone, e del presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini, per ridare un contratto in tempi rapidi a 130 mila professionisti. Ora attendiamo la convocazione per la sottoscrizione definitiva dopo la valutazione della Corte dei conti”.

Sanità italiana nella Top Ten mondiale per qualità – E proprio restando in tema di sanità arriva una buona notizia, il  Servizio sanitario nazionale italiano è nono al mondo per qualità, dopo Islanda, Norvegia, Olanda, Lussemburgo, Australia, Finlandia, Svizzera e Svezia. Questa la “certificazione” che arriva dalla prima analisi a livello nazionale ‘Global Burden of Disease (GBD) Study’, pubblicata sulla rivista The Lancet Public Health e coordinata dall’IRCCS Materno-Infantile Burlo Garofolo di Trieste.  

IL NODO ILVA, OGGI NUOVO “ROUND”  – Nel Governo, intanto, la tensione resta alta. Oggi, infatti, è il giorno del nuovo incontro tra il Presidente del Consiglio e Lakshmi e Aditya Mittal. Si continua a trattare ma Conte ha sottolineato che porterà “una posizione molto chiara”. Definendo “inaccettabile” l’iniziativa giudiziaria di Arcelor, ha detto di essere “cento volte disponibile a sedersi a un tavolo” in presenza di assicurazioni sul fatto che l’attività non sarà dismessa. 

ESECUTIVO PREPARA IL “PIANO”  TRA PALETTI FISSI E CONTROPARTITE – Il Governo, che prima di tutto esige garanzie sugli esuberi, è pronto a sfoderare alcuni “armi” tra le quali  la disponibilità a coinvolgere alcune società pubbliche , come presidio di garanzia dello Stato caldeggiato dalla multinazionale; il ripristino dell’immunità legale con una formula ancora da definire nel dettaglio e la revisione del canone di affitto

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

CdM, via libera a nuovo contratto nazionale Sanità. Oggi vertice&nbsp...