CdM, scontro Lega-M5S: Salva Roma approvato a metà

Salvini fa arrabbiare Conte: "Non siamo i tuoi passacarte", avrebbe tuonato il Capo del Governo

Termina dopo quasi quattro ore uno dei CdM più tesi della storia dell’esecutivo gialloverde che stavolta come non mai ha sfiorato il punto di rottura. A rischiare di far saltare il tavolo, una delle norme più discusse contenuta nel decreto Crescita, il cosiddetto Salva Roma.

SALVA ROMA APPROVATO A META’ – All’uscita da Palazzo Chigi, la Lega, per bocca del vicepremier Matteo Salvini, si dichiara soddisfatto perché “i debiti della Raggi non saranno pagati da tutti gli italiani, ma restano in carico al sindaco”: “Lega soddisfatta. Stralciati i commi 2,3,4,5,6 della norma salva Raggi”, ha detto ai cronisti.

Parla di “norma approvata a metà” pur dichiarandosi contento anche il Movimento 5 Stelle: “Il Cdm ha dato via libera ai commi 1 e 7, sugli altri deciderà il Parlamento – fanno sapere fonti pentastellate. È un punto di partenza, siamo sicuri che il Parlamento saprà migliorare ancora di più un provvedimento che, a costo zero, fa risparmiare soldi non solo ai romani ma a tutti gli italiani”.

Salvini, dunque, assicura che lo stralcio del provvedimento è stato concordato con i presenti a Palazzo Chigi (tra questi non c’è Di Maio). Ma fonti M5S smentiscono il leader della Lega: Non è stato discusso il decreto crescita” in Cdm, “dunque non si è potuto stralciare nulla, meno che meno il salva Roma”.

SALVINI FA ARRABBIARE CONTE – Al netto di tutto, un punto a favore di Matteo Salvini che però fa arrabbiare il Premier Conte che non ha affatto gradito la mossa del leader della Lega che aveva annunciato lo stralcio del Salva Roma ai cronisti davanti Palazzo Chigi prima del Cdm.

“Non siamo tuoi passacarte”, avrebbe tuonato il Capo del Governo al leader leghista invitandolo ad avere rispetto per l’organo collegiale di governo.  Come se non bastasse, ad alzare la tensione della riunione è anche il caso Armando Siri. Il M5S pone la questione al centro delle battute iniziali del Cdm, mantenendo il punto sulla necessità che il sottosegretario leghista si dimetta.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

CdM, scontro Lega-M5S: Salva Roma approvato a metà