Cashback non solo di Stato: tutti i rimborsi con conti e carte

Quali sono le carte di credito e i conti correnti disponibili oggi con i quali si potrà avere diritto al cashback, e come funziona. 

Il termine cashback è entrato definitivamente nelle nostre vite con il cashback di Stato, che è stato definitivamente bloccato nella bozza della manovra di Bilancio 2022, dopo la prima sospensione applicata sul secondo semestre 2021. 

Si tratta di un concetto molto noto alle banche: significa letteralmente “ritorno indietro” e consiste in una restituzione di una parte del denaro speso, corrispondente a una percentuale fissa. Può essere applicato:

  • sia ai conti correnti;
  • sia alle carte di pagamento, come per esempio le carte di credito. 

Quali sono le migliori opportunità di cashback attualmente disponibili sul mercato? Analizziamo conti e carte al fine di comprendere e consigliare quali siano le soluzioni presenti oggi in circolazione. 

Scopri le migliori offerte di carte e conti con cashback

Conto e carta di debito BBVA

BBVA, gruppo bancario multinazionale spagnolo, permette di aprire un conto corrente con carta di debito a zero spese, veloce e facile da utilizzare e che si caratterizza per la presenza del Gran Cashback 10%

Si potranno recuperare fino a 50 euro su tutti gli acquisti del primo mese direttamente sul conto corrente. Quest’ultimo presenta una serie di servizi a zero euro, quali per esempio:

  • effettuare bonifici istantanei gratuiti in tutta l’area SEPA;
  • effettuare prelievi di contante senza costi aggiuntivi a partire da 100 euro presso qualsiasi ATM disponibile in Italia e in tutti i Paesi della zona euro;
  • gli acquisti in valuta estera, sui quali non vengono applicate delle commissioni.

Scopri di più sul Gran Cashback proposto da BBVA

Postepay Cashback: come funziona

Si tratta di un cashback che permette di ricevere fino a 10 euro al giorno, pagando in modo rapido, comodo e sicuro. Nella pratica, tra il 1° ottobre e il 31 dicembre 2021, si potrà ricevere 1 euro di cashback per ogni transazione con Codice Postepay di almeno 10 euro, nei punti vendita aderenti. 

Per ottenere il cashback, si dovrà:

  • scaricare o aggiornare l’app Postepay e associare le carte prepagate e di debito Postepay;
  • inquadrare il QR code esposto o che sarà mostrato nei punti vendita che accettano i pagamenti con codice Postepay;
  • inserire l’importo da pagare ed eventualmente autorizzare: si potranno così ottenere fino a 10 euro al giorno di cashback

Carta Blu American Express

Si tratta di una carta di credito con la quale si potrà ricevere fino al 10% di cashback sui primi 1.500 euro spesi: la percentuale di cashback diventerà poi pari all’1%. Questa carta di pagamento, che potrà essere a saldo o a rate, presenta diversi vantaggi. 

In particolare:

  • prevede una quota gratuita per il 1° anno, mentre dal 2° si dovranno pagare 3 euro al mese;
  • è disponibile una linea di credito (fido) personalizzata fino a 5.000 euro e si potrà anche avere accesso al programma rimborso acquisti. Il fido iniziale si ricarica ad ogni rimborso mensile in automatico, mettendo a disposizione una nuova riserva di credito da utilizzare. 

Si potrà accedere anche ai seguenti benefici:

  • il programma antifrode, che blocca la carta in caso di furto, smarrimento o utilizzo illecito da parte di terzi;
  • l’assicurazione infortuni viaggi, che tutela contro eventuali infortuni di viaggio in Italia e all’estero;
  • le prevendite American Express Experiences, con le quali si avrà la possibilità di avere accesso all’acquisto, in anteprima, dei biglietti per i migliori concerti. 

Come per qualsiasi altra tipologia di carta di credito, per ottenerla, saranno richiesti dei requisiti, ovvero avere un reddito annuale lordo di almeno 11.000 euro, avere un IBAN SEPA ed essere residenti in Italia. 

I premi in cashback di Revolut

I possessori di carta Revolut avranno la possibilità di accedere ai premi in cashback su un gran numero di grandi marchi. Nella pratica, il cashback:

  • sarà accreditato dopo che sarà stato effettuato l’acquisto presso un dato esercente;
  • viene calcolato sul prezzo di acquisto netto della transazione, nel momento in cui si paga con la carta Revolut.

Addio al cashback di Stato

Come anticipato nelle righe iniziali, il cashback di Stato non sarà prorogato al 2022, come era stato ipotizzato in un primo momento: in questo modo, il Governo avrà la possibilità di recuperare 1,5 miliardi di euro, i quali saranno destinati a misure differenti. 

Gli italiani che si erano iscritti al programma cashback sono ben 8,9 milioni: l’obiettivo alla base dell’iniziativa era stato anche raggiunto, considerato che carte e strumenti digitali sono stati utilizzati anche per gli acquisti più irrisori, come quello del caffè al bar. 

Restano da pagare i rimborsi relativi al Supercashback, i quali saranno erogati entro il 30 novembre 2021: si ricorda che i primi 100.000 utenti presenti nella classifica del Supercashback riceveranno un importo pari a 1.500 euro. 

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cashback non solo di Stato: tutti i rimborsi con conti e carte