Carte di credito senza costi di gestione: quali sono le migliori sul mercato

Qual è la carta di credito più conveniente? Quali sono le carte a costo zero? Scopri di più nella nostra analisi comparativa sulle offerte.

Avere una carta di credito senza costi di gestione è possibile? Quali sono le informazioni preliminari da conoscere in relazione a questa tipologia di carta di pagamento, diversa da carta di debito e carta prepagata? 

Analizziamo il mercato attuale delle carte di credito, cercando di capire se esistano delle soluzioni davvero convenienti, che possano essere definite a tutti gli effetti “carte di credito gratuite”. 

Confronta le carte di credito online più convenienti

Carte di credito senza costi di gestione: come trovarle

La ricerca di una carta di credito che non abbia costi di gestione fa nascere subito spontanea una domanda: le carte di credito sono a pagamento? Se sì, possono non esserlo? A quali condizioni? 

Una carta di credito è uno strumento di pagamento davvero molto interessante. Legata a un conto corrente bancario, non necessariamente all’ente che ha emesso la carta o alla quale è stata inviata la relativa richiesta, ha delle caratteristiche molto particolari. 

Permette infatti, grazie alla presenza del plafond, di pagare anche importi che non sono disponibili sul proprio conto corrente nel momento in cui avviene la transazione. Il plafond non è altro che una somma di denaro, fissa, messa a disposizione ogni giorno dall’istituto di credito che ha emesso la carta. 

Se esistono carta di credito a costo zero, non ci sono carte di credito gratuite senza conto: il conto corrente è infatti la base dalla quale saranno poi sottratti i soldi spesi con la carta di credito, in modo tale da restituire il plafond speso. 

Se i soldi vengono restituiti in una data fissa nel mese successivo, si parla di carte di credito a saldo. Se, invece, il pagamento viene rateizzato, con l’aggiunta di interessi su ogni rata, si parla di carte di credito a rate o carte revolving (che consistono in una forma di micro finanziamento). 

Le carte di credito hanno dei costi, che sono solitamente rappresentati dal canone mensile di mantenimento e dalle commissioni sul prelievo di contanti, che solitamente non sono troppo economiche (infatti non conviene utilizzare una carta di credito per prelevare). 

Il costo del canone di una carta di credito dipende anche dall’ammontare del fido. Una carta di credito con fido a 3.000 euro (oppure a 1.500 euro) avrà sicuramente un costo annuale o mensile molto più basso rispetto a una carta con plafond da 5.000 euro o addirittura 100.000 (esistono anche soluzioni di questo tipo). 

Se si vuole risparmiare, dunque, la prima cosa che si dovrebbe fare è andare alla ricerca di una carta di credito con un plafond medio, quindi non superiore ai 3.000 euro o anche più basso. 

Migliori carte di credito gratuite: confronta le offerte

Quali sono le carte di credito gratis?

Una carta di credito si definisce gratuita quando non prevede un costo di gestione, quindi il pagamento del classico canone mensile o annuale. Oggi le soluzioni a costo zero sono sempre più diffuse, anche se, in molti casi, si tratta di offerte con una durata temporale. 

Diverse banche, infatti, permettono di attivare delle carte di credito che sono gratuite soltanto durante il primo anno di utilizzo, dopo il quale scatta il famigerato canone di gestione mensile.

Carte di credito gratuite online: scopri le migliori soluzioni 

In altri casi, però, si possono azzerare i costi legati alla carta attraverso una serie di operazioni semplici da compiere. Potrebbe banalmente trattarsi dell’utilizzo della carta in un mese con l’obiettivo di raggiungere una spesa minima. 

Una carta di credito gratuita potrebbe inoltre essere più facile da ottenere rispetto a una carta con alti costi di gestione e, di conseguenza, un plafond particolarmente elevato. In genere, sono infatti previsti dei requisiti minimi di accesso.

Si tratta per esempio della residenza in Italia e di un reddito minimo lordo annuale, dimostrabile attraverso la presentazione di un documento – la busta paga o la dichiarazione dei redditi dell’anno precedente. 

Uno dei metodi più semplici per attivare una carta di credito gratuita consiste nell’attivazione di un conto corrente online (a costo zero) con carta di credito associata. Quest’ultima si potrà richiedere al momento della sottoscrizione del conto, oppure in seguito. 

Una banca che conosce bene il proprio correntista, inoltre, sarà più propensa a concedere una carta di credito in tempi brevi e ad aumentarne il plafond nel caso di richiesta da parte dello stesso in un momento successivo. 

Oltre a quanto detto fin qui, si può aggiungere che risulterà più difficile avere una carta di credito in assenza di un reddito e qualora si rientrasse nell’elenco dei cattivi pagatori (dal quale è comunque possibile ottenere la cancellazione), a causa di insolvenze contratte negli anni.