Carte di credito a saldo o revolving: differenze e migliori proposte

Quali sono le carte revolving e che significa carta di credito a saldo? Ecco quali sono le differenze tra le due carte di credito. 

La carta di credito è uno strumento di pagamento legato al conto corrente: si tratta di una particolare tipologia di carta che si caratterizza per un meccanismo di pagamento particolare, grazie alla presenza del cosiddetto fido. 

Il fido non è altro che un importo associato alla carta che permette di pagare anche per cifre superiori rispetto a quelle che si possiedono sul conto: quanto speso viene scalato in un secondo momento, con il meccanismo di Pay Later

A seconda di quando viene scalato l’importo, si è soliti distinguere tra:

  1. carta di credito a saldo;
  2. carta di credito a rate, nota anche come carta revolving. 

Vediamo di seguito quali sono le principali differenze tra le due carte di credito e alcune delle migliori proposte che si possono sottoscrivere online. 

Scopri le migliori carte di credito online

Come funziona la carta di credito a saldo?

Qual è il significato di credito a saldo? Cosa vuol dire pagare a saldo? Partiamo dalle basi della carta di credito: nonostante sia collegata al conto corrente, nel momento in cui si paga qualcosa, l’importo non viene sottratto immediatamente da quanto è presente sul conto. 

Viene anticipato dalla banca grazie alla presenza del cosiddetto fido (che mediamente si aggira intorno ai 3.000 euro, ma può anche essere di meno o di più), e scalato in un momento successivo. 

Quando quel momento corrisponde al mese dopo a quello in cui è avvenuta la transazione, si parla di carte di credito a saldo. È importante sapere anche che qualora si dovesse superare l’importo del fido, la carta di credito sarà bloccata e la si potrà utilizzare soltanto il mese dopo, ovvero quando il fido sarà nuovamente disponibile. 

Confronta le migliori carte di credito a saldo

Carta di credito revolving: come funziona

Cosa vuol dire revolving? In economia, si tratta di una linea di credito nella quale il fido si ricostituisce in concomitanza alla restituzione dei rimborsi. Come funziona la carta di credito revolving e quante carte revolving posso avere?

La carta revolving è una carta di credito a rate: cosa significa praticamente? Che gli importi spesi, possono essere restituiti a rate. In altri termini, viene fatto un vero e proprio finanziamento al cliente: per questo motivo vengono applicati anche dei tassi di interesse. 

Il cliente può scegliere se:

  • rispettare il pagamento contrattualizzato, quindi saldare il proprio debito rata per rata;
  • scegliere di saldare l’importo dovuto in anticipo, pagando prima tutte le rate. 

Si potranno avere anche più carte di credito revolving, non necessariamente con la stessa banca.

Scopri le migliori carte di credito revolving online

Migliori carte di credito a saldo

Le carte di credito sono strumento che permettono di effettuare acquisti non solo presso i negozi fisici, ma anche online: essendo dotata di un sistema di sicurezza basato su data di scadenza, numero a 16 cifre e codice CVC2/CVV2, i pagamenti in rete sono molto sicuri. In alcuni casi, potrebbe anche essere previsto un sistema di sicurezza aggiuntivo, ovvero una password temporanea OTP. 

Le carte di credito non sono invece particolarmente consigliate per prelevare contanti (nonostante lo permettano) in quanto sono spesso previste delle commissioni per i prelievi elevate. 

Tra le migliori proposte di carte di credito a saldo che si possono attivare, ci sono le carte di credito online di Widiba, disponibili nella versione:

  • Widiba Carta Classic;
  • Widiba Carta Gold. 

La prima prevede un canone annuale di 20 euro e un fido di 1.500 euro. La seconda, invece, ha un costo annuale di 50 euro e un fido fino a 3.000 euro. Per poterle richiedere si dovrà rispettare almeno una delle seguenti due condizioni:

  • avere un patrimonio complessivo di almeno 3.000 euro;
  • accreditare sul conto uno stipendio mensile di almeno 800 euro. 

Migliori carte Revolving online

Tra le carte di tipo revolving, quindi a rate, si segnala la carta di credito UniCreditCard Flexia Classic, la quale permette di poter essere attivata sia nella modalità a saldo, sia in quella a rate (quindi nella versione revolving). 

Si tratta di una carta che si caratterizza per:

  • un costo di emissione pari a 10 euro;
  • un canone annuo di 42 euro (si tratta di 4 euro al mese);
  • un fido compreso tra i 1.000 e i 5.000 euro;
  • la possibilità di essere gestita dall’app mobile banking, oppure dalla Banca via Internet. 

Permette, inoltre, i pagamenti digitali, ovvero tramite il proprio smartphone. Per le attivazioni che avverranno entro il 31 gennaio 2023, inoltre, il canone della carta sarà azzerato per un periodo di 12 mesi. 

Tra i vantaggi, si annoverano:

  • la possibilità di autorizzare i pagamenti digitando il PIN al posto della firma;
  • la flessibilità, con la quale una volta al mese è possibile modificare le modalità di rimborso.