Carta Acquisti 2020: cos’è, come funziona e nuovi requisiti

La Carta Acquisti è una card utilizzabile per le spese alimentari, sanitarie e il pagamento delle bollette della luce e del gas. I nuovi requisiti

La Carta Acquisti è una card utilizzabile per le spese alimentari, sanitarie e il pagamento delle bollette della luce e del gas.

È una normale carta di pagamento elettronico, uguale a quelle che sono già in circolazione e ampiamente diffuse nel nostro Paese. Principale differenza è che con la Carta Acquisti le spese, invece che essere addebitate al titolare della Carta, sono addebitate e saldate direttamente dallo Stato.

Cos’è e come funziona la Carta Acquisti

Vale 40 euro al mese e viene caricata ogni due mesi con 80 euro. La Carta potrà essere utilizzata per effettuare i propri acquisti in tutti i negozi alimentari abilitati al circuito Mastercard.

I negozi che espongono il simbolo di riconoscimento offrono poi sconti aggiuntivi alle normali promozioni e si può accedere direttamente alla tariffa elettrica agevolata.

Chi ne ha diritto

La Carta Acquisti viene concessa agli anziani di età superiore o uguale ai 65 anni o ai bambini di età inferiore ai tre anni (in questo caso il Titolare della Carta è il genitore) che siano in possesso di particolari requisiti.

La Carta Acquisti per gli over 65

Se avete più di 65 anni, per poterla richiedere dovete:

  • essere di età non inferiore a 65 anni;
  • essere in possesso della cittadinanza italiana, o della cittadinanza di uno Stato appartenente all’Unione Europea, o essere familiare di un cittadino italiano, non avente la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, o familiare di cittadino comunitario, non avente la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, o ancora cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, o, infine, rifugiato politico o titolare di posizione sussidiaria;
  • essere cittadino regolarmente iscritto nell’Anagrafe;
  • avere trattamenti pensionistici o assistenziali che, cumulati ai redditi, siano inferiori a 6.966,54 euro l’anno, o 9.288,72 euro l’anno se avete 70 anni o più;
  • avere un ISEE, in corso di validità, inferiore a 6.966,54 euro;
  • non essere, da solo o insieme al coniuge:
    . intestatario/i di più di una utenza elettrica domestica;
    . intestatario/i di utenze elettriche non domestiche;
    . intestatario/i di più di una utenza del gas;
    . proprietario/i di più di un autoveicolo;
    . proprietario/i, con una quota superiore o uguale al 25%, di più di un immobile ad uso abitativo;
    . proprietario/i, con una quota superiore o uguale al 10%, di immobili non ad uso abitativo, inclusi quelli ubicati al di fuori del Territorio della Repubblica Italiana o di categoria catastale C7;
    . titolare/i di un patrimonio mobiliare, come rilevato nella dichiarazione ISEE, superiore a 15mila euro ovvero, se detenuto all’estero e non già indicato nella dichiarazione ISEE, non superiore alla medesima soglia una volta convertito in Euro al cambio vigente al 31 dicembre dell’anno precedente la presentazione della dichiarazione ISEE.
  • non fruire di vitto assicurato dallo Stato o da altre pubbliche amministrazioni in quanto ricoverato in istituto di cura di lunga degenza o detenuto in istituto di pena.

Carta acquisti bambini con meno di 3 anni

Se state chiedendo la Carta Acquisti per un bambino con meno di 3 anni, per poterla richiedere dovete:

  • chiederla per un minore di 3 anni;
  • essere in possesso della cittadinanza italiana, o della cittadinanza di uno Stato appartenente all’Unione Europea, o essere familiare di un cittadino italiano, non avente la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, o familiare di cittadino comunitario, non avente la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, o cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, oppure, infine, rifugiato politico o titolare di posizione sussidiaria;
  • essere cittadino regolarmente iscritto nell’Anagrafe;
  • avere un ISEE in corso di validità, inferiore a 6.966,54 euro;
  • non essere, da solo o insieme all’esercente la potestà genitoriale/soggetto affidatario e all’altro esercente la potestà genitoriale/soggetto affidatario:
    . intestatario/i di più di una utenza elettrica domestica;
    . intestatario/i di più di una utenza elettrica non domestica;
    . intestatario/i di più di due utenze del gas;
    . proprietario/i di più di due autoveicoli;
    . proprietario/i, con una quota superiore o uguale al 25%, di più di un immobile ad uso abitativo;
    . proprietario/i, con una quota superiore o uguale al 10%, di immobili non ad uso abitativo, inclusi quelli ubicati al di fuori del Territorio della Repubblica Italiana o di categoria catastale C7;
    . titolare/i di un patrimonio mobiliare, come rilevato nella dichiarazione ISEE, superiore a 15mila euro ovvero, se detenuto all’estero e non già indicato nella dichiarazione ISEE, non superiore alla medesima soglia una volta convertito in Euro al cambio vigente al 31 dicembre dell’anno precedente la presentazione della dichiarazione ISEE.

I negozi convenzionati

Ai titolari della Carta Acquisti è riconosciuto dai negozi e dalle farmacie convenzionate che supportano il programma uno sconto del 5%. Lo sconto è riconosciuto solo per acquisti effettuati esclusivamente mediante la Carta Acquisti e non è applicabile all’acquisto di specialità medicinali o per il pagamento di ticket sanitari.

Le farmacie assicurano ai beneficiari della Carta Acquisti che effettuano un acquisto di qualsiasi importo mediante la Carta la misurazione gratuita della pressione arteriosa e/o del peso corporeo.

Lo sconto è cumulabile con altre iniziative promozionali o sconti applicati in favore della generalità della clientela, nonché con quelle del medesimo genere garantite ai titolari di carte fedeltà rilasciate dai negozi stessi (es. dai supermercati).

A seconda dei negozi, lo sconto può essere riconosciuto tramite deduzione immediata dal conto di spesa, oppure riconoscendo un “buono” utilizzabile per effettuare acquisti.

Dove verificare i requisiti e richiedere la Carta Acquisti

Per sapere se avete diritto alla Carta Acquisti potete leggere le informazioni sul sito del Ministero dell’Economia, oppure recarvi alle Poste o all’INPS. Una volta accertati i requisiti, potete scaricare il modulo di richiesta direttamente dal sito del Mef oppure richiederla agli Uffici Postali presentando la relativa documentazione (qui trovate tutte le indicazioni per una corretta compilazione).

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Carta Acquisti 2020: cos’è, come funziona e nuovi requisiti