Canada, il reddito minimo garantito per tutti diventa realtà

L’Ontario ha intenzione di sperimentare un progetto ambizioso: fornire soldi pubblici direttamente ai cittadini

Il Canada sta per sperimentare un progetto ambizioso: quello di fornire un reddito di base garantito a tutti i suoi cittadini. L’idea è quella di consegnare un assegno mensile che sostituisce o va ad aggiungersi al complesso sistema di sussidi statali in vigore, per migliorare lo stato economico delle famiglie facendo al contempo risparmiare soldi al governo.

Un progetto innovativo e sostenibile entro il 2016
L’idea è che l’istituzione di un reddito minimo garantito possa dare un decisivo sostegno ai consumi con effetti positivi su tutti i settori: dall’industria al commercio. Un recente studio ha dimostrato che il bonus non scoraggia le persone a cercare un lavoro: al contrario, sono stati registrati effetti positivi sulla produttività e sui salari. Insomma, l’Ontario si appresta a testare il reddito minimo garantito per tutti, nella convinzione che le conseguenze saranno estremamente positive.

Un assegno per tutti i cittadini
Non si tratta di fornire un reddito base solo alle persone più disagiate, bensì a tutti i cittadini a prescindere dalla loro condizione economica. L’assegno dovrebbe essere in grado di coprire il reperimento di tutti i beni di prima necessità: il cibo, i trasporti, le bollette e l’abbigliamento.
Il governo, che non ha ancora idea di come il progetto funzionerà e di come potrebbe essere implementato, vuole capire se fornire un reddito minimo universale ai cittadini finirà per migliorare le condizioni del mercato occupazionale e se allo stesso tempo permetterà allo stato di ottenere risparmi nella spesa pubblica in aeree di come quelle dell’assistenza medica e dei sussidi immobiliari.

I precedenti
La Finlandia ha già proposto una simile iniziativa e dovrebbe lanciarla quest’anno, mentre la città olandese di Utrecht ha avviato un esperimento del genere a gennaio. La Svizzera ha indetto per giugno un referendum nel quale i cittadini decideranno se implementare il reddito minimo. Il salario minimo nella maggior parte dei settori professionali del paese è di 4.000 franchi svizzeri. Se i cittadini dovessero votare sì, la Svizzera potrebbe diventare il primo paese al mondo a pagare a tutti, senza distinzioni, un compenso minimo mensile a prescindere dalla loro situazione lavorativa.

Leggi anche:
Reddito di cittadinanza, come funziona in Europa
Reddito minimo di 320 euro al mese a un milione di poveri con figli
Pensioni e reddito minimo, sconto Inps- Governo
Reddito minimo a chi ha più di 50 anni: il piano Boeri

 

Canada, il reddito minimo garantito per tutti diventa realtà