Banca d’Italia: in forte calo la richiesta di mutui. Sale solo l’online

Tiene il Nord Ovest, forte calo al Nord Est e al Centro, salgono il Sud e le Isole. Roma e Milano crescono, Torino tiene, cali rilevanti a Bologna e Firenze. Positive Napoli e Palermo, in calo Bari

Tendenza in calo per il mercato dei mutui. Lo rileva MutuiOnline.it dai dati nazionali diffusi da Banca d’Italia aggiornati a giugno 2011. Nel primo semestre dell’anno le banche italiane hanno erogato mutui casa alle famiglie per 27,74 miliardi. Rispetto allo stesso periodo del 2010 il calo delle erogazioni è quasi del -7%. Si conferma quindi l’inversione di tendenza di quest’anno a seguito delle tensioni sui mercati finanziari e dell’interbancario.

Cresce l’utilizzo di internet per il confronto delle offerte e la richiesta del mutuo: MutuiOnline.it, comparatore e broker di mutui leader in Italia, raggiunge una quota di mercato nazionale del  4,13% (era il 3,3% un anno fa), con quote crescenti nelle principali città: 6,3% di mutui intermediati su Roma, 5,4% su Milano, 5,2% su Torino e Napoli, 6,1% su Firenze e 5,7% su Genova. Dai dati di Banca d’Italia MutuiOnline.it rileva andamenti diversificati nelle diverse aree d’Italia. Roma si conferma prima in classifica con oltre 3,3 miliardi di euro di mutui erogati, (+8,9 % rispetto ai primi sei mesi del 2010), e distanzia Milano che cresce solo del +3,7% e si ferma a circa 3,1 miliardi di euro. Le due principali città valgono da sole oltre il 21% del mercato mutui nazionale.

Tra le provincie del Nord, vivace il mercato mutui a Varese (+ 10,3%) e Como (+ 6,5%), ma in forte frenata a Bergamo (-11,1%) e Brescia (- 7,4%).
Stabile Torino, la terza provincia d’Italia per i mutui, con un valore di 1,24 miliardi, pari al 4,3% del mercato nazionale, mentre Genova arretra del -3,7%. Nel Veneto, cali un po’ ovunque: Venezia – 3,6%, Verona crolla di oltre il -12%. Spostandosi al centro, cali molto forti si registrano a Bologna (-18,1%) e Firenze (-22,2%), che riducono così il proprio peso sul mercato mutui nazionale: 2,34% per Bologna e 2,15% per Firenze.
Dinamico, invece, il mercato a Napoli, che sale quasi a 900 milioni di erogato nel primo semestre 2011 (+1,64%) portandosi al 3,2% di quota e confermandosi la quarta piazza d’Italia per i mutui.
Nel sud, buon andamento anche a Palermo (+ 2,2%) e a Catania (+ 8,2%).
I mutui arretrano invece notevolmente a Bari (561 milioni, – 6,5%), con una quota nazionale in calo al 2,02%. Sale invece Taranto del +13,1%.

A livello di macro-aree, i mutui tengono nel Nord Ovest, che con oltre 9,7 miliardi di erogato  (+1,8%) si conferma prima area per i mutui (35% del totale nazionale).
Forte calo, invece, nel Nord Est, con un erogato che scende sotto i 5,9 miliardi (– 11,7%) e una quota sul totale nazionale che scende al 21,2%.
Calo più contenuto per il Centro Italia, con un – 6,4%, con mutui erogati che scendono a circa 6,5 miliardi. L’area resta comunque la seconda d’Italia per i mutui, con una quota del 23,6%.
Andamento positivo per il Sud e le Isole: l’erogato complessivo sale del + 3,45% a 5,6 miliardi, con una quota sul totale nazionale che sale al 20,2%.

Banca d’Italia: in forte calo la richiesta di mutui. Sale solo l’online
Banca d’Italia: in forte calo la richiesta di mutui. Sale solo ...