Btp Italia, la nuova emissione. Come funziona e quanto rende

Il 15 aprile si apre la nuova asta del Buono poliennale del Tesoro. Quadriennale, indicizzato all'inflazione, acquistabile dal pc di casa: le ragioni di un successo

Batterà il suo stesso record di 18 miliardi di euro che lo ha reso il titolo di Stato più venduto in assoluto in un’unica emissione? Al dipartimento del Tesoro naturalmente ci sperano ma ritengono che con la prossima asta del 15 aprile sarà difficile eguagliare il boom dell’ottobre 2012 quando il neonato Btp Italia produsse un volume di richieste senza precedenti. Ora per i risparmiatori si prepara un’altra occasione per investire nel nuovo titolo "senza rischio" in quanto una quota variabile del rendimento è agganciato all’inflazione.

Dopo le tre fortunate emissioni dell’anno scorso (per un totale di 27 miliardi) il Tesoro ha annunciato la prima del 2013 che si terrà fra il 15 e il 18 aprile, salvo chiusura anticipata in caso di domanda "a valanga" (con la cosiddetta tecnica "a rubinetto", cioè senza un importo massimo comunicato in anticipo, motivo per cui a chi è interessato all’acquisto conviene affrettarsi). Le caratteristiche del titolo saranno le stesse dell’anno scorso.

Le ragioni di un successo

Cavallo che vince non si cambia. E infatti la speranza di bissare il successo del Btp Italia 2013 si fonda su due sue caratteristiche originarie:

E’ indicizzato all’inflazione ed è i primo titolo di durata quadriennale allineato al costo della vita (prima i Btp indicizzati avevano durate da 5 a 30 anni). Inoltre, in caso di deflazione (riduzione del costo delle vita) il rendimento non viene svalutato (cioè la cedola fa sempre riferimento al capitale nominale non rivalutato). Per la cronaca, l’inflazione italiana al momento (dato di febbraio) viaggia sull’1,9% annuo.

Può essere acquistato direttamente dai piccoli risparmiatori, che potranno partecipare all’asta dal computer di casa, non solo quindi attraverso la prenotazione in banca come è stato finora per le aste di titoli pubblici.

Altre caratteristiche del titolo

 Rendimento
 
reale minimo
 garantito

 Sarà comunicato il 12 aprile. Facendo riferimento alle quotazioni dei Btp Italia
 precedenti si può stimare un rendimento base del  2,25-2,35%.

 Scadenza  4 anni (2017)
 Cedola  Semestrale indicizzata all’indice Foi (costo della vita per famiglie di operai e
 impiegati) in via posticipata
 Taglio minimo  1.000 euro
 Periodo di
 collocamento
 Dal 15 al 18 aprile 2013 (salvo chiusura anticipata).
 Premio di
 fedeltà
 4 per mille sull’importo nominale non rivalutato per le persone fisiche che
 tengono il titolo fino alla scadenza.
 Tassazione  12,5% come tutti i titoli di Stato (rispetto all’aliquota unica del 20% delle altre
 rendite finanziarie)

 (A.D.M)

Btp Italia, la nuova emissione. Come funziona e quanto rende