Allarme contenitori di plastica

Sotto accusa bottiglie e biberon, le sostanze nocive di cu sono composte possono trasmettersi al contenuto

Bottiglie e biberon, ma anche equipaggiamenti auto, dvd, adesivi, strumenti elettronici contengono una sostanza potenzialmente dannosa. Si chiama bisfenolo A e sarebbe in grado procurare danni alla nostra salute.

L’allarme arriva dalla Francia, anche se già negli Stati Uniti e molti istituti di medicina avevano già sollevato il problema.
Secondo l’agenzia francese, che si occupa di sicurezza alimentare, sotto l’effetto del calore, il bisfenolo passa dal recipiente all’alimento e quindi è in grado di contaminare il consumatore. Esperimenti condotti sui topi, sempre in base a ciò che afferma l’istituto, hanno evidenziato disturbi  del comportamento dopo un’esposizione a dosi molto basse, inferiori alla quantità giornaliera tollerata stabilita per legge, pari 0.05 milligrammi per chilo.

In Canada, intanto, le autorità sanitarie hanno allo studio un possibile bando del bisfenolo, già vietato nei biberon. Negli Usa la Food and drug administration per ora raccomanda i produttori di biberon di eliminare la sostanza.

Allarme contenitori di plastica
Allarme contenitori di plastica