Wall Street in territorio negativo. Europa in caduta libera

Sui mercati prevale l'incertezza. Piazza Affari pesante

Dopo l’avvio incerto, Wall Street ha imboccato di nuovo la via dei ribassi, nonostante i segnali positivi sull’andamento dell’occupazione. Evidentemente gli investitori restano prudenti, dopo i timori sul deficit di alcuni Paesi europei.

Le Borse europee, infatti, restano saldamente in territorio negativo. Il Dax30 di Francoforte cede il 2,45%, mentre il Ftse 100 di Londra segna -1,11%. A Milano le perdite sono, per il Ftse Mib, – 2,16% e il Ftse IT All Share, – 2,21%. Vendite in calo anche il Cac40 di Parigi che cede il 2,29%.

Sembrano, dunque, placarsi i timori sul rischio debito che si erano scatenati durante la mattinata, soprattutto dopo la diffusione dei dati sul deficit record registrato dalla Francia.

Il deficit statale francese è salito al livello record di 138 miliardi di euro nel 2009, contro 56,3 miliardi dell’anno precedente, per effetto della crisi economica che ha fortemente ridotto le entrate fiscali.

Durante la mattinata il premier spagnolo, José Luis Rodriguez Zapatero, assicurava da Washington che il debito della Spagna restava su un livello «ragionevole» e lo status «di paese solvibile è garantito».

Comunque Spagna e Portogallo restano sorvegliati speciali. Gli analisti restano preoccupati sullo stato dei conti pubblici e alcuni agitano il fantasma della Grecia, i cui deficit e debito sono talmente alti che la Commissione europea ha deciso di mettere il paese sotto semi-tutela.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street in territorio negativo. Europa in caduta libera