Borse con il vento in poppa. Milano chiude con il record

Rialzi in tutte le piazze, volano i bancari + 17,84%

Le Borse europee festaggiano al maxi piano di soccorso da 750 miliardi di euro varato nella notte dall’Ecofin.
Piazza Affari chiude con il record: il Ftse Mib registra il + 11,28% a 20.971 punti e il Ftse All Share sale al 10,49%.
In grande spolvero i bancari: il Ftse Banks si porta al + 17,84%.
Bene anche le altre piazze: Parigi + 9,66%, Francoforte  + 5,30% mentre Londra  + 5,16%.
Wall Street segue il continente sulla scia dell’entusiasmo: Dow Jones + 4,07%, Nasdaq + 4,46%.

Il piano europeo
Fino a 750 miliardi, con la partecipazione dell’Fmi, per blindare la zona euro dagli attacchi della speculazione ed evitare il rischio defualt di altri Paesi dopo quello corso con la Grecia. Il via libera, dopo dieci ore di negoziati, sono stati i ministri finanziari della Ue riuniti a Bruxelles. Chiesti anche nuovi sacrifici a Spagna e Portogallo, i due Paesi considerati maggiormente a rischio in questa fase.

Inoltre la Bce annuncia altre misure: acquisterà titoli del debito pubblico e privato nell’Eurozona sul mercato secondario. La Bce specifica che gli acquisti saranno compensati attraverso operazioni di drenaggio della liquidità allo scopo di non alterare la linea di politica monetaria. Le centinaia di miliardi di euro messi a disposizione dai Paesi dell’Unione Europea sono destinati a «rafforzare e proteggere l’euro» ha detto il cancelliere tedesco, Angela Merkel, aggiungendo che l’Ue ha dimostrato che «farà tutto quello che è necessario» e che «continuerà a difendere» la valuta europea. Per Merkel, i Paesi dell’Eurozona «devono attaccare i propri problemi alla radice».

Borse con il vento in poppa. Milano chiude con il record