Borse e mercati oggi: analisi e commenti. Daily Report 31/07/2015

Il commento e l'analisi quotidiana dei mercati a cura dell'Advisory di Cassa Lombarda

Cassa Lombarda

Azioni:   Borse europee positive nella seduta di ieri ma con una certa volatilità intraday. Le trimestrali sono state miste, con diverse sorprese positive ed alcune delusioni. Ieri Wall Street ha chiuso stabile dopo la FED del giorno precedente e la lettura del Pil del 2Q. Seduta positiva per le borse asiatiche che chiudono con moderati rialzi un luglio che si è rivelato, complice il crollo degli indici cinesi, il peggiore mese dal 2012 per i mercati emergenti. Tokyo, con numerose trimestrali pubblicate, è salita dello 0,3%. La Cina ha registrato un deficit commerciale di $14,9 mld a giugno, in calo rispetto ai $18,3 mld di maggio. Nei primi sei mesi dell’anno, il trade deficit si è attestato a $91,6 mld. Pechino ha visto un surplus commerciale (merchandise trade surplus) di $47,6 mld a giugno e un surplus di $255,4 mld nei primi sei mesi del 2015 .

Obbligazioni: Il Tesoro ieri ha collocato titoli di Stato per un totale di €6,13 mld: sono stati venduti in asta Btp a 5 anni per €1,908 mld a un rendimento dello 0,77%, in forte calo dall’1,25% dell’asta del 30/6; Btp a 10 anni per €2,48 mld con un rendimento dell’1,83% (dal 2,35%); €1,75 mld di Ccteu a 7 anni con un rendimento dello 0,67% rispetto all’1,08% del precedente collocamento. Luglio si chiude con un round di aste decisamente positivo per il Tesoro. Con i €13,3 mld raccolti in settimana, il Tesoro è arrivato ad emettere €161 mld di titoli a medio e lungo termine, quasi il 65% dei €255 mld attesi per le sole emissioni a medio e lungo termine a fine 2015. Anche il costo medio di raccolta è sceso ulteriormente dallo 0,70% di inizio luglio e quello relativo al solo segmento a medio e lungo termine si avvicina alla soglia dell’1%: si tratta di una sensibile riduzione rispetto al 2014, pari a 1,35% (73 punti base in meno rispetto al 2,08% del 2013).

 
Forex: USD in area 1,095, dopo che ieri era sceso in area 1,09. Secondo Goldman, la Cina potrebbe svalutare lo yuan (CNY) a breve. Un altro fatto che ha innervosito gli investitori nei giorni scorsi è stato l’accenno al Consiglio di Stato cinese ad aprire la banda di oscillazione dello yuan (da aprile è fissa a 6,2 yuan contro dollaro)
.

Commodities: Il rafforzamento del dollaro pesa sulle materie prime. Petrolio WTI in calo a 48,11 al barile (-09%). Oro in calo a $1.083 l’oncia (-0.6%)

Dati rilevanti di oggi:  In Europa, tasso di disoccupazione di giugno. In Italia, inflazione preliminare di luglio. In Usa, indice ISM di Mikwaukee di luglio, Chicago PMI di luglio, fiducia dei consumatori Univ. Michigan finale di luglio.

Borse e mercati oggi: analisi e commenti. Daily Report 31/07/2015