Borse e mercati oggi: analisi e commenti. Daily Report 30/07/2015

Il commento e l'analisi quotidiana dei mercati a cura dell'Advisory di Cassa Lombarda

Cassa Lombarda

Azioni:   Borse europee miste nonostante l’annuncio di buone trimestrali ed attività di M&A. Milano ha chiuso in ribasso a causa della debolezza dei titoli bancari e dal tonfo di Saipem e CNH. Ieri Wall Street ha chiuso in rialzo grazie alla FED e nonostante il tonfo di Twitter (-14,3%). Borse di Asia e Pacifico in rialzo sulla scia dell’ottimismo della Fed sulle previsioni dell’economia americana e con l’inatteso rialzo della produzione industriale giapponese (+0,8% m/m a giugno). Apertura positiva anche per i listini europei nei primi scambi di oggi .

Obbligazioni: Ieri il Tesoro ha collocato €6,5 mld di Bot semestrali spuntando un rendimento dello 0,007%, in flessione di 5 punti base sull’asta precedente e sui minimi da maggio. Buona la domanda, con richieste che sono arrivate a €11,6 mld e un rapporto tra domanda e offerta pari a 1,79x, in aumento rispetto dall’1,6x dell’asta precedente. Il collocamento a medio-lungo di oggi avrà per oggetto complessivi €4,75-6,25 mld in Btp a cinque e dieci anni, in entrambi i casi una riapertura, oltre alla nona tranche del Ccteu giugno 2022. Lo spread Btp-Bund resta stabile in area 120 punti. Il rendimento del decennale italiano si attesta all’1,91%. Sotto pressione il decennale della Grecia che vede il rendimento risalire sopra il 12%.

 
Forex: USD in rafforzamento verso area 1,095. Ieri la FED ha deciso di lasciare invariati i tassi e  nella nota di accompagnamento ha spiegato che i rischi alle prospettive dell’economia e del mercato del lavoro sono "quasi bilanciati", il mercato del lavoro "continua a migliorare" ed un possibile aumento dei tassi potrebbe avvenire dopo alcuni altri miglioramenti sul fronte dell’occupazione. Gli analisti si attendono che la FED alzi i tassi al prossimo meeting del 16 e 17 settembre, anche se nessuna chiara guidance è stata fornita. Oltre alla lettura del Pil 2Q Usa di oggi, gli operatori guarderanno con attenzione l’employment report della prossima settimana. In Spagna, il Pil 2Q ha registrato un rialzo dell’1% t/t (in linea con le attese e contro +0,9% del 1Q), e +3,1% a/a (da +2,7% del 1Q e contro attese di +3,2%). L’inflazione preliminare di luglio in Spagna delude con -1,6% m/m (da +0,2% e contro -1,5% stimato) e -0,1% a/a (da +0,0% e contro +0,1% atteso). Su MXN attesa stasera la decisione di politica monetaria. Il mercato si attende tassi fermi al 3%, ma un incremento degli interventi valutari a fronte del forte calo registrato dal peso. Su BRL, ieri la Banca Centrale ha alzato i tassi di 50 bps al 14,25%, contribuendo a rafforzare la valuta
.

Commodities: Petrolio Brent ieri è schizzato a $54,60/barile, massimi da inizio settimana, mentre il WTI si è spinto sino a $49,60, massimi da giovedì scorso grazie ai dati sulle scorte di greggio negli Usa. L’Eia (Energy Information Administration) ha comunicato che la scorsa settimana le scorte sono scese inaspettatamente di 4,2 milioni di barili, con la produzione che è scesa dell’1,5%. È il calo più marcato dal 2013. La notizia ha dato spazio a un rimbalzo delle quotazioni, reduci da 6 sedute consecutive di cali.. Oro in calo di 1%. Si avvia a chiudere il mese con il peggior calo dal 2013, su attese che la FED a breve alzi i tassi di interesse

Dati rilevanti di oggi: In Germania, creazione di posti di lavoro e tasso di disoccupazione di luglio, inflazione preliminare di luglio. in Eurozona, bollettino economico della Bce, indici di fiducia economica di luglio. In Usa, prima lettura del Pil 2Q, sussidi settimanali di disoccupazione.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse e mercati oggi: analisi e commenti. Daily Report 30/07/2015