Borse e mercati oggi: analisi e commenti. Daily Report 28/07/2015

Il commento e l'analisi quotidiana dei mercati a cura dell'Advisory di Cassa Lombarda

Cassa Lombarda

Azioni:  Borse europee alla deriva nella prima seduta della settimana a causa dei timori per l’economia in Cina, dove gli indici azionari hanno perso oltre l’8% nella seduta (peggior seduta dal febbraio 2007). Il listino milanese va al tappeto e perde il 2,97%: à il peggior risultato in Europa, con cali su tutili del lusso e su Fca. Anche Wall Street ha terminato in negativo. Il gruppo israeliano Teva Pharmaceutical (+16,4% a $72) rileverà la divisione dei farmaci generici di Allergan (+6,09% a $326,98) in un’operazione da $40,5 mld di cui $33,75 mld saranno corrisposti in contanti. Borse di Asia e Pacifico in tenuta all’indomani dei crolli dei listini per i rinnovati timori relativi all’economia cinese. Il Nikkei ha perso 0,1% a 20.329 punti. Ancora in calo Shanghai (-1,7%) e Shenzhen (-2,3%).

Obbligazioni:Il rendimento del Btp decennale si muove in rialzo in area 1,9% e lo spread con il Bund a 120 punti base (+0,4). Il mercato appare prudente in vista dell’esito del FOMC FED che si chiderà domani. Oggi l’Olanda collocherà €1,5-2,5 mld di bond 0,25% 2020. Oggi il Tesoro offrirà in asta €500-750 mln nella ventiseiesima tranche del Btp indicizzato all’inflazione europea a scadenza 15 settembre 2026. L’appuntamento di domani è invece con €6,5 mld di Bot semestrali (a fronte di scadenze per €7,7 mld), mentre ieri sera a mercato chiuso Via XX Settembre ha indicato che il collocamento a medio-lungo di giovedì 30/7 avrà per oggetto complessivi €4,75-6,25 mld in Btp a cinque e dieci anni, in entrambi i casi una riapertura, oltre alla nona tranche del Ccteu giugno 2022. Le aste della settimana saranno supportate da importanti rimborsi in Spagna (€19,57 mld) e Italia (€23,97 mld). Sulla Grecia i creditori internazionali chiedono il varo di un terzo round di riforme prima del rilascio di una nuova tranche di aiuti.

 
Forex: EUR in rialzo di oltre 1% su dollaro verso area 1,11, dopo che settimana scorsa la valuta unica aveva toccato il minimo degli ultimi tre mesi a 1,0809 ed in una giornata di risk-off. Ieri l’Ifo tedesco ha superato le attese degli analisti. Ieri è proseguito il sell-off delle valute emergenti con TRY e BRL particolarmente sotto pressione. Sul real pesa la decisione del governo di ridurre drasticamente il target di avanzo primario ed il sell-off delle materie prime. Mercoledì è attesa la mossa di politica monetaria della Banca Centrale. Debole anche il MXN, alle prese con il rischio di rialzo dei tasi in Usa e con debolezze interne al Paese (v. dubbi sui dati di produzione di Pemex, difficoltà nell’attirare investitori esteri nelle aste per assegnare campi offshore, etc.). Questo giovedì la Banca Centrale (Banxico) si riunirà. Su GBP attesa oggi la pubblicazione del dato di Pil 2Q.

Commodities: Il Petrolio WTI è sceso a $47 al barile, in calo per il quinto giorno consecutivo. L’export di petrolio dall’Iran è salito ad un record questo mese, mentre gli analisti si attendono un’ulteriore espansione delle scorte Usa. Al contrario, la produzione di petrolio in Libia è scesa sotto i 400mila barili al giorno a causa dei conflitti che hanno interrotto le forniture di elettricità. Oro in consolidamento sotto la soglia di $1.100 l’oncia. 

Dati rilevanti di oggi: In Italia, fiducia delle imprese e dei consumatori di luglio. In UK, lettura Pil 2Q. In Usa, indice S&P Case Shiller dei prezzi delle case, indici PMI Markit composite e servizi preliminari di luglio, indice manifatturiero Richmond FED di luglio, fiducia dei consumatori di luglio. 

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse e mercati oggi: analisi e commenti. Daily Report 28/07/2015