Borse europee deboli rialzi, vola Atene

Ma la Grecia si appresta a varare "misure dolorose"

Recuperano le Borse europee dopo due giornate di pesanti ribassi. A trascinare – debolmente – al rialzo le piazze, appesantite da due giorni di importanti ribassi e dopo un avvio cauto legato al declassamento della Spagna, è la speranza di un accordo definitivo sul pacchetto di aiuti a favore della Grecia messo a punto da Ue e Fmi e sul quale è arrivato mercoledì il sì di Berlino.

A Milano il Ftse Mib segna + 0,65% e l’All Share + 0,72%. Stessa tendenza per le altre piazze d’Europa, Parigi (+1,05%), Francoforte (+0,53%) e Londra il + 0,73%).
L’indice Nikkei della borsa di Tokyo ha chiuso la seduta in calo del 2,57% a 10.924,79 mentre ieri anche Wall Street si è portato in territorio positivo: +0,48%.

Anche la borsa di Atene sembra credere nell’arrivo degli aiuti finanziari: l’indice generale fa segnare +8%.
Ma gli aiuti che arriveranno alla Grecia non saranno gratuiti. Il paese dovrà fare nuovi e pesanti sforzi per rimettere a posto i conti. Il premier Giorgio Papandreou che ha incontrato in mattinata i principali sindacati dei lavoratori e i rappresentanti degli industriali, li ha informati infatti delle nuove «dolorose misure» che il governo si prepara ad introdurre per ottenere l’erogazione del pacchetto di aiuti Ue-Fmi, senza tuttavia precisare se saranno applicate a partire già dal 2010.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee deboli rialzi, vola Atene