Borse di nuovo in picchiata, spread sopra 200

Dopo il timido rimbalzo di ieri, mercati ancora nel caos per l'emergenza Coronavirus

L’effetto Coronavirus continua ad abbattersi sui mercati finanziari a causa delle preoccupazioni legate alla diffusione del virus, dopo l’annuncio dell’Organizzazione mondiale della sanità, che per la prima volta ieri ha parlato di pandemia e la decisione di Donald Trump di sospendere i voli dall’Europa per trenta giorni.

A Piazza Affari, il giorno dopo l’annuncio di Conte sulle misure più stringenti in Italia, nei primi minuti di scambi il Ftse Mib registra -2,57% a 17.468,03 punti base, ma poi peggiora sulla scia delle principali piazze europee e cede il 6,25 % a 16.808,50 punti.

Apertura in rialzo per lo spread tra il nostro Btp e il decennale tedesco che ha aperto a +202 punti base con un rendimento dell’1,25%. Ieri aveva chiuso a +193 punti base con un rendimento dell’1,18%.

Avvio in forte ribasso per i mercati azionari europei. A Francoforte il Dax segna -6%, a Parigi il Cac cede il 4,67% mentre Londra avvia gli scambi a – 4,67% e Madrid cede il 5,52%.

A Wall Street crolla la Borsa americana con il Dow Jones che chiude le contrattazioni a -5,86%, mentre il Nasdaq registra un calo del 4,70%. Non va meglio sulla piazza asiatica, con l’indice Nikkei che a Tokyo lascia sul terreno il 4,41%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse di nuovo in picchiata, spread sopra 200