Boom di aste immobiliari, adesso anche via web. Guida e vantaggi

Comprare un immobile al 25% in meno del prezzo di mercato attraverso le aste giudiziarie è possibile. Non occorre essere addetti ai lavori. La guida

Case al miglior offerente. Stando ai dati raccolti nello scorso anno, la vendita all’incanto di immobili sta crescendo esponenzialmente. Secondo gli ultimi dati disponibili (dal ministero della Giustizia) le aste giudiziarie di beni immobili disposte dal giudice sono state nel primo semestre 2012 quasi 23.000 rispetto alle 38.900 dell’intero 2011. Ipotizzando lo stesso ritmo anche nella seconda parte del 2012 si può prevedere un trend di crescita del 18%.
 

LA CRISI ALIMENTA LE ASTE GIUDIZIARIE
Da un lato c’è una stagnazione del mercato immobiliare che a maggio ha toccato i minimi storici: diminuiscono le compravendite ma i prezzi non scendono in proporzione, specie nelle grandi città. Dall’altro aumentano i debitori insolventi a causa della crisi: chi non riesce a far fronte al proprio mutuo e si ritrova la casa messa all’asta perché la banca creditrice vuole recuperare i suoi soldi. E l’offerta di immobili si fa sempre più ampia a causa dell’aumento dei pignoramenti.
D’altra parte, le aste immobiliari possono essere delle ottime occasioni di affari. Le basi d’asta infatti sono molto inferiori alle quotazioni di mercato: si può partire da un prezzo quasi dimezzato per arrivare ad aggiudicarsi l’immobile in media al 20-30% in meno. Inoltre, ogni volta che un’asta va deserta, ossia quando il bene immobile non viene aggiudicato, esso verrà rimesso all’asta a distanza di alcuni mesi a un prezzo ridotto del 25% (percentuale prevista dalla legge).

LA GUIDA
Per fornire istruzioni chiare e corrette, e dissolvere la diffidenza dei cittadini nei confronti delle aste giudiziarie (si è spesso convinti si tratti di un mercato per "addetti ai lavori"), il Consiglio Nazionale del Notariato e undici tra le principali Associazioni dei Consumatori, hanno realizzato una Guida per il cittadino all’acquisto all’asta che illustra le caratteristiche delle aste giudiziarie e delle aste per la dismissione del patrimonio pubblico, con modalità tradizionali e telematiche. Nel testo i cittadini possono trovare le risposte ai dubbi più frequenti: ad esempio se sia possibile o meno usufruire di un mutuo per l’acquisto all’asta e come debbano comportarsi i coniugi in regime patrimoniale di comunione dei beni. E ancora: vengono chiarite le procedure da seguire, gli strumenti per capire se si sta facendo un buon affare.

RETE ASTE NOTARILI VIA WEB
La medesima guida introduce il RAN (rete aste notarili), un progetto lanciato dal Consiglio Nazionale del Notariato, che consente ai cittadini, per le aste giudiziarie con tale modalità prevista dal giudice, di partecipare alla vendita senza dover essere presente fisicamente nel luogo dell’asta e presentando offerte residuali al ribasso. Il tutto via web, previa essersi presentati da un notaio periferico su tutto il territorio nazionale.
 

L’INCANTO DELLE FERROVIE
Anche le Ferrovie dello Stato mettono in vendita (http://awf.ferservizi.it/PortaleVendite/) case cantoniere, ex stazioni, appartamenti, capannoni, e terreni di loro proprietà per "valorizzare l’ intero patrimonio immobiliare" non funzionale alla rete di trasporto. Il giorno 11 ottobre 2013 sono stati proposti in vendita con una nuova gara circa 100 immobili del Gruppo FS. La scadenza fissata per la presentazione delle offerte è il 25 novembre 2013.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Boom di aste immobiliari, adesso anche via web. Guida e vantaggi