Bonus cultura 2018, come ottenerlo

Sono tante le possibilità di uso di questo bonus, accresciute dal fatto che i buoni sono spendibili anche online

Anche quest’anno ai giovani che hanno appena compiuto 18 anni spetterà il bonus cultura, ovvero 500 euro che i ragazzi potranno spendere per comprare libri, ebook, cd, dvd musicali o per accedere a mostre, musei, cinema ed altre attività, semplicemente registrandosi e stampando i buoni da mostrare agli esercenti abilitati.

Sono tante le possibilità di uso di questo bonus, accresciute dal fatto che i buoni sono spendibili anche online.

Chi può usufruirne e quando

Così come l’anno scorso, ad avere diritto al bonus sono tutti quei ragazzi che hanno compiuto 18 anni l’anno precedente a quello di riscossione, dunque per richiedere il bonus cultura 2018 occorre aver compiuto 18 anni nel 2017 e dunque essere nati nel 1999.

Il bonus può essere speso durante tutto l’anno, fino al 31 dicembre 2018, data oltre il quale i fondi non ancora spesi scadono e non possono più essere utilizzati in alcun modo. Per ottenere il bonus ci si può già registrare, l’importante è non tardare ad inoltrare la richiesta; il termine ultimo per richiedere il bonus di 500 euro è il 30 giugno 2018.

Come fare a richiedere il bonus?

Il bonus viene gestito interamente tramite il sito web 18app o tramite l’applicazione per smartphone. Per accedere al servizio e richiedere il bonus occorre però ottenere delle credenziali che identifichino univocamente la persona sul web, una forma di identità digitale detta SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) che serve ad accedere ai vari siti della pubblica amministrazione, tra cui la piattaforma 18app.

L’identità digitale SPID viene fornita dai cosiddetti identity providers, che attualmente sono Poste, Tim, Infocert, Intesa, Aruba, Namirial, Sielte e Register.it e la registrazione può essere completata, a seconda del provider, di persona o via webcam. Per maggiori informazioni sulla procedura di richiesta basta visitare il sito www.spid.gov.it/richiedi-spid.

Una volta ottenute le credenziali SPID si può tornare su 18app, cliccare su accedi e selezionare il provider che ha fornito l’identità digitale, venendo così reindirizzati sul sito del provider nel quale occorrerà inserire le credenziali. Ad autenticazione avvenuta, si tornerà automaticamente sul sito 18app, dal quale si potrà completare la registrazione dei dati, fornire i vari consensi e finalmente entrare nella parte privata della piattaforma dedicata ai giovani, con il proprio bonus a disposizione.

Cosa si può comprare con il bonus?

Come accennato all’inizio, il bonus cultura è stato introdotto per incentivare l’acquisto di determinate tipologie di beni e per spronare i ragazzi a partecipare ad attività culturali, il che implica che i buoni non possono essere spesi per comprarsi tutto ciò che si vuole. Niente cellulari o tablet, ad esempio.

Il bonus può essere utilizzato esclusivamente per acquisti relativi alle seguenti categorie:

  • Libri
  • Ebook
  • Audiolibri
  • Cd musicali
  • Dischi in vinile
  • Dvd musicali (non cinematografici)
  • Musica registrata (ad esempio mp3 acquistati da store online)
  • Cinema (biglietti o abbonamenti)
  • Concerti (biglietti o abbonamenti)
  • Teatro o danza (biglietti o abbonamenti)
  • Eventi culturali come festival o fiere
  • Corsi di musica, teatro o danza
  • Corsi di lingua straniera

Come usarlo?

Usare il bonus è estremamente semplice. Si accede alla piattaforma o all’applicazione, si clicca su genera nuovo buono, corrispondente all’icona con un ticket ed un “+”, e si viene rimandati ad una serie di scelte. Prima di tutto occorre scegliere la tipologia di negozio, fisico o online, poi verrà richiesta la tipologia di acquisto (libri, cd, biglietti, ecc…), ed infine verrà richiesto l’importo del buono da generare. Verrà così generato un codice buono che potrà essere inserito online negli appositi spazi, che variano in base al sito scelto, oppure potrà essere mostrato al commerciante, il quale lo validerà tramite il proprio terminale.

Occorre ricordare che la generazione dei buoni deve essere fatta inserendo l’importo pari al prezzo dell’articolo scelto, il quale non può essere acquistato in più di una singola unità. Se utilizzato online per l’acquisto di un bene, il buono può essere generato includendo anche le spese di spedizione.

Dove utilizzare i buoni?

Per poter accettare i buoni relativi al bonus cultura, l’esercente deve essere registrato al portale in modo da avere un proprio punto di accesso per validare i buoni in tempo reale e ricevere gli importi dovuti.

Per sapere quali sono i negozianti o le attività che accettano i buoni non serve dover chiedere personalmente ad ogni esercente, basta visitare la pagina www.18app.italia.it/BeneficiarioWeb/#/dove ed effettuare la ricerca da lì. Dato che ogni attività abilitata, fisica o online, deve essersi preventivamente registrata sul portale, non c’è alcun rischio di sbagliarsi.

Se nella propria cittadina non dovessero trovarsi negozi abilitati nessun problema, basta affidarsi alle decine di negozi online che offrono la possibilità di fare acquisti e riceverli comodamente a casa propria. Le modalità di pagamento tramite buoni per i negozi online variano da portale a portale e per avere informazioni più precise su come spenderli, occorre fare riferimento alle singole pagine web.

Tra i negozi online, una menzione particolare riguarda Amazon. Per acquistare dal famoso portale non basta inserire il codice del buono in fase di pagamento ma va seguito un iter completamente diverso, il quale richiede un passaggio ulteriore di trasformazione. I buoni da usare su Amazon vanno infatti generati per importi prefissati di 1, 5, 10, 25 o 50 euro, dopodiché occorre inserire il codice del buono generato da 18app nell’apposito spazio nella pagina amazon.bonus18.it, insieme all’email dell’account dal quale si vuole procedere con l’acquisto. Il buono verrà così convertito in un equivalente buono Amazon, con un codice possibilmente diverso da quello iniziale. Una volta ultimata la trasformazione si potrà usare il nuovo codice buono inserendolo durante la fase di pagamento degli articoli. Il buono Amazon rimane comunque collegato alle categorie di prodotti previste per il bonus cultura (inclusa la musica registrata) e non va necessariamente speso in una volta sola, il saldo andrà infatti a scalare, fino ad esaurirsi, acquisto dopo acquisto.

In caso di dubbi

In caso di dubbi si possono chiedere informazioni ai negozianti, cercare sule sezioni apposite presenti nei siti internet dei negozi online ma, soprattutto, si può fare riferimento al PDF con tutte le principali domande e risposte presente sul sito ufficiale 18app, scaricabile cliccando qui.

Bonus cultura 2018, come ottenerlo