Bonus commercianti: 513 euro e anticipo pensione per cessata attività. Requisiti

I commercianti costretti a chiudere l’attività e prossimi alla pensione di vecchiaia hanno diritto al bonus di 513 euro al mese, con valore retroattivo fino al 2017

I commercianti costretti a chiudere l’attività e prossimi alla pensione di vecchiaia hanno diritto al bonus di 513 euro al mese, con valore retroattivo fino al 2017. Questo permette, in buona sostanza, di ricevere un anticipo sulla pensione per cessata attività.

Il riferimento legislativo è alla legge n. 128 del 2 novembre 2019 per la tutela del lavoro; la circolare Inps n.4 del 13 gennaio 2020 contribuisce a far chiarezza e mai come ora, con tante attività commerciali messe in ginocchio dalla crisi, questo bonus appare attuale.

Il bonus commercianti viene erogato direttamente dall’Inps ed è pari al trattamento minimo di pensione previsto per gli iscritti alla Gestione IVS commercianti, a favore dei titolari di piccole aziende commerciali ed agenti di commercio che cessano l’attività e che siano ormai prossimi al raggiungimento dei requisiti della pensione di vecchiaia.

 

Bonus 513 euro come anticipo sulla pensione commercianti: requisiti

I requisiti per l’indennità dei commercianti sono:
  • 57 anni di età per le donne e 62 anni per gli uomini;
  • iscrizione alla gestione dei contributi per le attività commerciali da un minimo di 5 anni;
  • attività commerciale definitivamente cessata e comprovata da invio della comunicazione al Comune di afferenza;
  • l’attività deve risultare cessata nei 3 anni precedenti al pensionamento.
L’erogazione del sussidio per cessata attività resta valida fino al raggiungimento dell’età pensionabile. L’importo è stato calcolato sulla base del trattamento minimo di pensione per gli iscritti alla Gestione di appartenenza per ogni anno di riferimento.

A chi spetta il bonus commercianti

Il bonus spetta alle persone impiegate nelle seguenti attività:
  • un’attività di commercio al minuto in qualità di titolari o coadiutori con sede fissa, anche abbinata all’attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande;
  • ambulanti su aree pubbliche;
  • attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande;
  • attività di agenti e rappresentanti di commercio.

 

Come fare domanda

La domanda per ottenere l’indennizzo può essere presentata online all’Inps attraverso il servizio dedicato, denominato “Domanda di indennità commercianti”.

In alternativa si può fare domanda tramite Contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile; oppure tramite gli enti di patronato e gli intermediari dell’Istituto attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bonus commercianti: 513 euro e anticipo pensione per cessata attività...