Bonus collaboratori sportivi, in arrivo due nuove mensilità nel Sostegni bis

Tra le tante novità del dl Sostegni bis atteso in Cdm nei prossimi giorni, spunta l'ipotesi di prolungare il bonus collaboratori sportivi anche per i mesi di aprile e maggio.

Tra le tante novità del dl Sostegni bis atteso in Cdm nei prossimi giorni, spunta l’ipotesi di prolungare il bonus collaboratori sportivi anche per i mesi di aprile e maggio. Dovrebbero quindi essere erogate due mensilità extra, come riporta l’articolo 26 della bozza, e se la nuova disposizione andasse a ricalcare la precedente, si parlerebbe di cifre tra i 1.200 ai 3.600 euro.

Ricordiamo che l’ultima proroga del bonus collaboratori sportivi prevedeva l’erogazione automatica di mensilità extra relative a gennaio, febbraio e marzo a coloro che erano già beneficiari.

Chi ha già ricevuto il bonus collaboratori sportivi otterrà le nuove mensilità in automatico, ma prima riceverà una notifica da Sport e Salute Spa, la società che gestisce l’incentivo, con l’invito ad accedere al piattaforma web del bonus e confermare che si posseggono ancora i requisiti.

A chi spetta il bonus collaboratori sportivi

Spetta ai lavoratori impiegati con rapporti di collaborazione presso:

  • il Comitato Olimpico Nazionale (CONI)
  • il Comitato Italiano Paraolimpico (CIP)
  • le federazioni sportive nazionali
  • le discipline sportive associate
  • gli enti di promozione sportiva
  • riconosciuti dal Comitato Olimpico Nazionale (CONI) e dal Comitato Italiano Paraolimpico (CIP)
  • le società e associazioni sportive dilettantistiche.

Bonus collaboratori sportivi, i requisiti

Ecco i requisiti per poter ottenere l’indennità collaboratori sportivi:

  • avere un contratto di collaborazione valido al 31 dicembre 2020 presso CONI, CIP o ASD iscritte al registro CONI;
  • non aver nessun reddito de lavoro oltre a quello sportivo;
  • aver ridotto o cessato la propria attività di collaborazione in seguito all’emergenza Covid;
  • non percepire il Reddito di cittadinanza;
  • non percepire il Reddito di emergenza;
  • non aver usufruito delle misure del decreto Cura Italia con misure come cassa integrazione o altre indennità erogate dall’Inps;
  • non aver percepito ristori per reddito di ultima istanza.

A quanto ammonta il bonus per i lavoratori dello sport

L’ammontare del bonus per i collaboratori sportivi è determinato secondo tre fasce:

  • 3.600 ai soggetti che, nell’anno di imposta 2019, hanno percepito compensi relativi ad attività sportiva in misura superiore ai 10mila euro annui
  • 2.400 ai soggetti che, nell’anno di imposta 2019, hanno percepito compensi relativi ad attività sportiva in misura tra 4mila e 10mila euro annui
  • 1.200 ai soggetti che, nell’anno di imposta 2019, hanno percepito compensi relativi ad attività sportiva in misura inferiore ai 4mila euro annui.

Come fare domanda

I soggetti che hanno già usufruito della misura nel 2020 non dovranno presentare alcuna domanda, mentre i nuovi richiedenti possono presentare la richiesta apposito form presente sul sito di Sport e Salute.

Ai fini dell’erogazione delle indennità si considerano cessati a causa dell’emergenza epidemiologica anche tutti i rapporti di collaborazione scaduti entro la data del 30 dicembre 2020 e non rinnovati.

La società Sport e Salute utilizza i dati dichiarati dai beneficiari al momento della presentazione della domanda nella piattaforma informatica e provvede al monitoraggio del rispetto del limite di spesa e comunica, con cadenza settimanale, i risultati di tale attività all’Autorità di Governo competente in materia di sport e al Ministero dell’economia e delle finanze.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bonus collaboratori sportivi, in arrivo due nuove mensilità nel Soste...