Bonus baby sitter raddoppia: fino a 1.200 euro, anche per i centri estivi

Confermati anche nel nuovo decreto il bonus baby sitter e i congedi parentali, con alcune novità importanti

Raddoppia il bonus baby sitter e raddoppiano anche i giorni di congedo speciale al 50%. Sono tante le novità per la famiglia attese nel nuovo decreto che il governo dovrebbe varare nei prossimi giorni.

Cosa prevede la bozza del nuovo decreto

Stando alla bozza del nuovo decreto, raddoppiano i giorni di congedo speciale al 50% (da 15 a 30 in totale) che si potranno chiedere fino a fine settembre. Raddoppia anche il bonus baby sitter, che passa così da 600 a 1200 euro (per medici e sanitari impegnati nella lotta al Covid-19, l’aumento è dai 1000 già previsti ai 2000).
In vista dell’estata c’è anche una novità importante: il bonus baby sitter potrà essere usato anche per coprire le spese di iscrizione ai centri estivi.
Per le famiglie con redditi fino a 36 mila euro, oltre al bonus ci sarà anche una nuova detrazione ad hoc fino a 300 euro.

Bonus baby sitter raddoppia

Il bonus baby sitter sale da 600 a 1.200 euro e può essere utilizzato sia per l’iscrizione ai servizi integrativi per l’infanzia sia per i “servizi socio educativi territoriali, ai centri con funzione educativa e ricreativa e ai servizi integrativi o innovativi per la prima infanzia”. Per i medici, gli infermieri e gli operatori socio sanitari del servizio pubblico e privato accreditato il bonus è incrementato da 1.000 euro a 2.000.

Raddoppia il congedo parentale al 50%

Inoltre, a decorrere dal 5 marzo e sino al 30 settembre 2020, e per un periodo continuativo o frazionato comunque non superiore a trenta giorni, i genitori lavoratori dipendenti del settore privato hanno diritto a fruire di uno specifico congedo per i figli di età non superiore ai 12 anni per il quale è riconosciuta una indennità pari al 50 per cento della retribuzione.

Detrazione spese per i centri estivi

In più, limitatamente all’anno 2020, i genitori di ragazzi under 16 potranno detrarre le spese per i centri estivi per un importo non superiore a 300 euro, sostenute da contribuenti con reddito complessivo non superiore a 36.000 euro.

Come ottenere il bonus baby sitter

Ricordiamo che la domanda per ottenere il bonus baby sitter può essere presentata:

  • via web, dal portale dell’Inps (il percorso è il seguente: “Prestazioni e servizi” > “Tutti i servizi” > “Domande per Prestazioni a sostegno del reddito” > “Bonus servizi di baby sitting”;
  • tramite il Contact center integrato: numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o numero 06 164.164 (da rete mobile con tariffazione a carico dell’utenza chiamante);
  • tramite i patronati: attraverso i servizi offerti gratuitamente dagli stessi.

Per compilare la domanda, genitore e baby sitter devono essere in possesso delle proprie credenziali (dal Pin, anche agevolato, alle credenziali Spid, dalla carta d’identità elettronica 3.0 alla Carta Nazionale dei Servizi (Cns), alla smart card).

Come ottenere il congedo parentale

La domanda per il congedo parentale va inoltrata prima dell’inizio del periodo di congedo richiesto. Se viene presentata dopo, saranno pagati solo i giorni di congedo successivi alla data di presentazione della domanda.
La domanda può essere presentata:

  • online sul sito dell’Inps;
  • tramite Contact center al numero 803.164 (gratuito da rete fissa) oppure al numero 06 164.164 da rete mobile;
  • presso gli enti di patronato e intermediari dell’Inps.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bonus baby sitter raddoppia: fino a 1.200 euro, anche per i centri est...