Bonus asilo nido aumenta fino a 1.500 euro: come richiederlo

Dal 2019 aumenta da 1.000 a 1.500 euro l’anno il bonus per l’iscrizione agli asili nido pubblici o privati

Il bonus asilo nido, ovvero il contributo statale di 1.000 euro per chi deve mandare il proprio figlio in un asilo nido pubblico e privato, potrebbe aumentare fino a 1.500 euro. Questo grazie a un emendamento alla Legge di bilancio 2019 presentato e approvato in Commissione bilancio della Camera.

L’aumento di 500 euro sarà messo a disposizione per il triennio che va dal 2019 al 2021 (dal 2022 tornerebbe a essere di mille euro).

COS’È – Il bonus asilo nido è un contributo per il pagamento delle rette di asili nido pubblici e privati autorizzati e per forme di assistenza domiciliare. L’agevolazione attualmente viene stanziata in 11 rate mensili di pari importo (ora 90,91 euro che salirebbe a 136,36 euro) per ogni retta pagata e documentata. Il bonus viene invece pagato in unica soluzione per l’assistenza presso la propria abitazione, a bambini sotto i tre anni affetti da gravi patologie croniche. È l’Inps a erogare questa forma di aiuto.

CHI NE HA DIRITTO – Il diritto al bonus asilo nidospetta al genitore di un bambino nato o adottato dal 1° gennaio 2016 in possesso dei requisiti richiesti.

REQUISITI – La domanda può essere presentata dal genitore di un minore nato o adottato dal 1° gennaio 2016 in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana;
  • cittadinanza UE;
  • permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo;
  • carte di soggiorno per familiari extracomunitari di cittadini dell’Unione europea;
  • carta di soggiorno permanente per i familiari non aventi la cittadinanza dell’Ue;
  • status di rifugiato politico o di protezione sussidiaria;
  • residenza in Italia;

Relativamente al contributo asilo nido, il richiedente è il genitore che sostiene l’onere del pagamento della retta; relativamente al contributo per forme di assistenza domiciliare, il richiedente deve coabitare con il figlio e avere dimora abituale nello stesso comune.

COME FARE DOMANDA, NOVITA’ – Una novità di rilievo viene segnalata anche per quanto riguarda la domanda. L’invio dei documenti potrà avvenire tramite app mobile Inps. L’app infatti è stata aggiornata integrando una nuova funzione relativa al bonus nido. A spiegarlo è l’Inps con messaggio n. 4464 del 28 novembre 2018.
Le famiglie dovranno semplicemente accedere tramite PIN o SPID e allegare documentazione fotografica della spesa sostenuta per la retta dell’asilo.

Bonus asilo nido aumenta fino a 1.500 euro: come richiederlo