Bonus 80 euro polizia: a chi spetta e come verrà erogato

Tutto quello che c'è da sapere sul bonus di 80 euro in busta paga che il governo Renzi riconoscerà, per tutto il 2016, a militari e polizia, secondo quanto stabilito dalla legge di stabilità

Busta paga più pesante, a partire da febbraio 2016, per poliziotti, carabinieri, finanzieri, vigili di fuoco, capitaneria di porto, guardia forestale e soldati dell’esercito, della marina e dell’aereonautica, oltre a quelli appartenenti ad alcuni corpi speciali, come quello delle infermiere volontarie della Croce Rossa: è, infatti, entrato in vigore, con l’approvazione della legge di stabilità 2016, il bonus di 80 euro a militari e polizia, che sarà direttamente accreditato sullo stipendio mensile degli esponenti delle forze dell’ordine, ad eccezione solo dei dirigenti, dei vigili urbani e dei militari sospesi; per quanto riguarda, invece, i neo assunti il bonus sarà erogato per un numero di mesi pari a quelli di effettivo svolgimento del servizio.

Questo bonus, fortemente voluto dal governo Renzi, anche in risposta al lavoro sempre più impegnativo che le forze dell’ordine sono chiamate a svolgere a causa dell’acuirsi del fenomeno dell’immigrazione clandestina, rappresenta un’agevolazione transitoria, che avrà la durata di un solo anno, dunque per un totale di 12 mensilità, anche se il consiglio dei ministri sarebbe già all’opera per trasformare questa misura in un provvedimento stabile. A conti fatti, il bonus si traduce in un incremento complessivo del reddito annuo di militari e poliziotti pari a circa 960 euro netti: un ottimo incentivo, dunque, per tutte le forze dell’ordine che ogni giorno si impegnano a mantenere in ordine e sicure le nostre città. Anche perché, questa cifra non andrà ad incidere sul reddito complessivo dichiarato, quindi, per dirla in breve, il bonus di 80 euro sarà del tutto esente da tassazione diretta.

Pur trattandosi dello stesso importo, il bonus di 80 euro a militari e polizia non ha niente a che vedere col bonus di 80 euro introdotto dal governo Renzi per tutti i redditi da lavoro dipendente inferiori ai 24 mila euro. Nel caso del bonus polizia, si tratta infatti di una misura transitoria, che terminerà con la busta paga di dicembre 2016, e senza alcun legame con il reddito percepito, tanto che sarà concesso a tutti i militari indipendentemente dall’entità del loro stipendio. Da notare, che il provvedimento rappresenta solo un tassello di un insieme di misure volute dal governo per rafforzare la sicurezza dei cittadini, anche nei confronti della possibilità di attentati e in vista del Giubileo. Oltre quindi agli oltre 500 milioni di euro stanziata per il bonus a militari e polizia, il pacchetto sicurezza prevede una spesa di altri 150 milioni per il potenziamento degli impianti di video sorveglianze e 50 milioni per migliorare le attrezzature in dotazione di vigili del fuoco e polizia.

Immagini: Depositphotos

Bonus 80 euro polizia: a chi spetta e come verrà erogato