Bonus 150 euro, è attiva la procedura online: come fare domanda

Bonus 150 euro, chi può fare domanda ora rispettando la scadenza del 31 gennaio 2023: le categorie di lavoratori e i requisiti

È attiva sul sito Inps la procedura per richiedere il bonus 150 euro, l’indennità una tantum prevista da decreto Aiuti ter. Possono presentare la domanda solo alcune categorie di lavoratori, che non si trovano alle dirette dipendenze di un datore di lavoro privato al momento della richiesta.

Bonus 150 euro, chi può fare richiesta

Le domande per il bonus 150 euro possono essere presentate:

  • dai collaboratori coordinati e continuativi
  • dagli assegnisti di ricerca
  • dai dottorandi con borsa di studio
  • dai lavoratori stagionali
  • dagli intermittenti
  • dai lavoratori dello spettacolo

Questi lavoratori devono essere in possesso dei requisiti indicati nella circolare Inps 16 novembre 2022, n. 127.

Per beneficiare della prestazione, i richiedenti devono avere percepito un reddito complessivo lordo non superiore a 20.000 euro nel periodo d’imposta 2021.

Lavoratori stagionali e intermittenti possono presentare domanda solo se non hanno già percepito l’indennità nel mese di novembre 2022, ove spettante.

Bonus 150 euro, come fare domanda

È possibile trasmettere la domanda tramite il servizio online Indennità una tantum 150 euro – Domanda, accessibile anche tramite il Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche. Una volta autenticati con le proprie credenziali, sarà necessario selezionare la categoria di appartenenza per la quale si intende presentare domanda fra quelle indicate.

In alternativa al servizio online, l’indennità può essere richiesta tramite:

  • i patronati;
  • il Contact center, telefonando al numero verde 803.164 da rete fissa (gratuitamente) oppure al numero 06.164164 da rete mobile (a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori).

Le domande possono essere presentate entro il 31 gennaio 2023.