Bollettini postali, si potranno pagare online e in banca

Con l’inserimento del codice Iban e del codice a barre sarà possibile rivolgersi anche alle tabaccherie

Da quest’anno i bollettini postali si potranno pagare online oppure attraverso il proprio conto corrente bancario. La data di partenza è fissata al 31 marzo.
La novità consentirà di risparmiare tempo e denaro. Infatti si eviterà l’importo della commissione pari a 1,10 euro per versamento allo sportello e a 1 euro per quello sul conto postale online.

A rendere nota questa piccola rivoluzione è stato il Garante del mercato che ha pubblicato una delibera in cui ha accettato, rendendoli vincolanti, gli impegni presentati da Poste Italiane nell’ambito della procedura avviata per verificare un possibile abuso di posizione dominante nel settore dei servizi di incasso e pagamento.
Entro il 31 marzo Poste Italiane si è impegnata a inserire nei bollettini il codice Iban e a consentire l’inserimento di un codice a barre per identificare il creditore. E così, sarà sufficiente avere un conto corrente online per poter pagare da casa.

Inoltre, grazie al codice a barre, si potranno usare canali alternativi a quello bancario, come ad esempio i punti di pagamento automatizzato presenti nelle tabaccherie gestite da Lottomatica e Sisal. Attualmente l’unica alternativa online per chi non abbia il conto presso Poste Italiane è costituita dal pagamento con carta di credito ad un costo pari a 2 euro a bollettino o addirittura al 2% del pagamento per importi superiori a 100,01 euro.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bollettini postali, si potranno pagare online e in banca