Bollette solo in formato elettronico: il Garante si oppone

L’Agcom: “Le famiglie hanno diritto alla fattura cartacea. E la data di invio andrà sempre scritta sulla busta”

Per evitare casi di bollette che vengono recapitate in ritardo, spesso dopo la data di scadenza in cui deve essere effettuato il pagamento, Poste Italiane ha chiesto alle società della luce, del gas, del telefono, dell’acqua di inviare le bollette direttamente al Fisco. Dunque le famiglie le troverebbero in un sito dell’Agenzia delle Entrate che le custodirebbe nel solo formato elettronico.

Ma ci sono chiaramente dei rischi per famiglie e singoli individui. Ecco perché l’Agcom ha espresso parere negativo: “Il sistema elettronico vale per le partite Iva, le famiglie invece hanno diritto alla fattura cartacea. E la data di invio andrà sempre scritta sulla busta”.

I MOTIVI – Secondo l’Agcom ci sarebbero dei profili di rischio per le famiglie e i singoli cittadini titolari dell’utenza. Inoltre, verrebbe leso un preciso diritto degli utenti ad avere una fattura cartacea.

Da ultimo, sarebbe possibile utilizzare il sistema di interscambio delle fatture gestito dall’Agenzia delle Entrate perché quest’ultimo è pensato espressamente per i soggetti titolari di partita Iva e per le imprese nei rapporti di quest’ultime con la Pubblica Amministrazione e non per le famiglie e i privati cittadini.

Secondo il Garante, inoltre, devono essere le Poste italiane e le altre società di consegna a farsi carico dei costi operativi.

COME EVITARE I RITARDI – Per evitare il ripetersi di consegne delle fatture in ritardo rispetto alla data di scadenza delle stesse, l’Agcom ha stabilito che gli operatori postali dovranno indicare chiaramente sulla busta la data di spedizione. In questo modo sarà chiaramente identificabile qualunque eventuale responsabilità per i ritardi di consegna e pagamento.
Questa procedura dovrebbe garantire, secondo quanto previsto dall’autorità di garanzia, la certezza della data di spedizione. Nello stesso tempo, l’utente finale potrà identificare chiaramente i responsabili di ogni eventuale ritardo.

Leggi anche:
Bollette: Agcom e Poste Italiane chiedono agli operatori di indicare la data di spedizione sulle buste

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bollette solo in formato elettronico: il Garante si oppone