Bollette: da gennaio su il metano, giù la luce

Ancora in calo i prezzi di riferimento dell’energia elettrica, in aumento quelli del gas

In questi giorni l’Autorità dell’energia ha fissato i prezzi di riferimento per i tre mesi che vanno da gennaio a marzo. E’ previsto un piccolo ribasso dell’energia elettrica (- 0,2%) e un aumento del metano (+ 1,3%). Su entrambi incide il forte aumento delle quotazioni petrolifere (+ 32,4% negli ultimi 12 mesi), ma il divario è legato alle differenze tra i due mercati in termini di efficienza e concorrenza: competizione in progresso per l’elettricità, molto modesta per il metano.

Quest’anno l’Autorità ha aggiornato le tariffe anziché pochi giorni prima dall’entrata in vigore, con qualche settimana di anticipo. “Per la bolletta elettrica, la benefica pressione della concorrenza sui prezzi all’ingrosso riesce ancora a contrastare gli aumenti dei prezzi petroliferi e degli oneri per il sostegno delle fonti rinnovabili – ha detto il presidente Alessandro Ortis -. Per il gas invece, continuano a pesare problemi che da tempo evidenziamo: la scarsa concorrenza e i ritardi nello sviluppo infrastrutturale (rigassificatori e stoccaggi, ad esempio) che non permettono ancora, a famiglie e imprese, di beneficiare adeguatamente della pur abbondante offerta gas internazionale spot, a prezzi convenienti”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bollette: da gennaio su il metano, giù la luce