Bollette meno care da aprile, calano le tariffe di luce e gas

A partire dal mese di aprile, il calo del prezzo delle materie prime avrà significativi effetti sulle bollette di luce e gas

A partire dal mese di aprile, il calo del prezzo delle materie prime avrà significativi effetti sulle bollette di luce e gas. Con un calo, come comunicato dall’Autorità per l’energia, le reti e l’ambiente (Arera), del 18,3% per l’elettricità e del 13,5% per il gas per la cosiddetta “famiglia tipo”: il nucleo familiare con consumi medi di energia elettrica di 2700 kilowattora l’anno e una potenza impegnata di 3 kilowatt e 1400 metri cubi annui di consumi per il gas.

La riduzione delle bollette di luce e gas è riconducibile alle persistenti basse quotazioni delle materie prime nei mercati all’ingrosso per via del netto calo dei consumi provocato anche dall’emergenza coronavirus. Proprio per questo per Ilsole24ore, questa situazione potrebbe portare i suoi effetti anche per le bollette di luce e gas del prossimo trimestre.

Il crollo delle quotazioni nei mercati all’ingrosso è dovuto anche alla forte flessione dei consumi industriali, in seguito alle chiusure adottate per fronteggiare l’emergenza dovuta al Coronavirus. Secondo gli esperti, questi effetti potrebbero continuare anche nei prossimi mesi, con grandi benefici per i portafogli delle famiglie italiane. Tra le materie prime, si è registrata una notevole riduzione del prezzo del petrolio, crollato del 60% negli ultimi 14 giorni.

La riduzione sulla bolletta della luce

Così la tariffa che i clienti in maggior tutela pagheranno per la luce nel secondo trimestre sarà totalmente influenzata dal forte calo dei costi della materia energia elettrica, -18,3% sulla spesa della famiglia tipo, mentre rimarranno invariati le tariffe regolate di rete (trasmissione, distribuzione e misura) e, soprattutto, gli oneri generali che rappresentano tutte quelle voci, presenti in bolletta, destinate finanziare alcune attività di interesse generale per il sistema elettrico nazionale. La spesa per la famiglia-tipo nell’anno scorrevole (compreso tra il 1°luglio 2019 e il 30 giugno 2020) sarà di circa 521 euro, con una variazione del -7.9% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno prima (1° luglio 2018-30 giugno 2019), pari a un risparmio di circa 45 euro l’anno.

Il calo nella bolletta del gas

Per il gas naturale, la riduzione in bolletta è determinata dal forte calo dei costi della spesa per la materia prima (-12,4% sulla spesa della famiglia tipo), legata alle quotazioni attese nei mercati all’ingrosso nel trimestre, a cui si somma il calo delle tariffe regolate di trasporto e distribuzione (-1,1%), determinato principalmente dalle componenti legate al trasporto. Restano stabili, invece, gli oneri generali. Si arriva così al calo del 13,5% per l’utente tipo in maggior tutela. La spesa per la bolletta gas, sempre nell’anno scorrevole (1° luglio 2019-30 giugno 2020) sarà di circa 1019 euro, con una variazione del -12% rispetto al periodo equivalente dell’anno prima, pari a un risparmio di circa 139 euro.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bollette meno care da aprile, calano le tariffe di luce e gas