Bollette luce e gas 2022: aumenti e tutte le novità

Aumento bollette luce e gas 2022: perché è accaduto e quali sono le misure che permettono di contrastarlo. 

Dal 1° gennaio 2022 sono in vigore nuovi prezzi per la materia prima luce e gas, che hanno portato a un aumento dei costi delle bollette: in maggior tutela, infatti, c’è stato un rincaro pari al 55% per la luce e al 41,8% per il gas

Di seguito sarà analizzato non solo quello che è stato fatto dal Governo, ma anche quelle che sono le intenzioni per il prossimo futuro. Si daranno inoltre dei consigli su quello che possono fare i consumatori in prima persona pe risparmiare. 

Scopri come risparmiare sulla bolletta della luce

Bollette luce e gas: il sostegno dello Stato

Il Governo è intervenuto con lo stanziamento di ben 3 miliardi di euro: tali fondi saranno utilizzati per la riduzione dei rincari e hanno permesso di mettere già in atto alcuni provvedimenti. 

Vi rientrano, per esempio:

  • l’annullamento transitorio degli oneri generali di sistema;
  • il taglio dell’IVA al 5% per il gas;
  • il rafforzamento del bonus sociale luce e gas. 

Le famiglie che si trovano nelle condizioni di maggiore disagio economico potranno poi sostenere il costo delle bollette dei primi 3 mesi del 2022 a rate, per un totale di 10 pagamenti. 

Quanto fatto, anche se può sembrare una briciola, ha avuto invece un impatto di non poco conto, in quanto ha permesso di evitare che l’energia elettrica subisse un aumento del 65% e il gas del 59,2%. Quali saranno gli eventuali interventi che ci saranno nei prossimi mesi? 

Scopri come risparmiare sulla bolletta del gas

Rincaro bollette 2022: le parole di Draghi

Le misure previste dalla legge di Bilancio hanno permesso di alleviare un problema enorme, ma non di eliminarlo del tutto. Per questo motivo, risulta indispensabile riuscire a comprendere quali saranno gli scenari che si presenteranno nel prossimo futuro. 

Come si evince dalle parole dello stesso Mario Draghi, sono previsti diversi provvedimenti da parte del Governo, il cui obiettivo in comune sarà quello di contrastare il caro bollette. I nuovi interventi dovrebbero arrivare prima del prossimo aggiornamento delle condizioni tariffarie del mercato tutelato, che avverrà ad aprile 2022.  

Nel primo trimestre 2022 sono stati utilizzati i 3,5 miliardi di euro stanziati con la legge di Bilancio per far fronte all’emergenza in corso, ma anche nei mesi a venire ci sarà grande attenzione e prontezza nell’intervenire su questo tema.  Non sono stati ancora forniti dettagli operativi in merito a quello che potrebbe accadere, ma gli occhi sono puntati sull’evoluzione del mercato energetico all’ingrosso, il vero punto di partenza per definire la direzione da percorrere. 

La riforma delle bollette e degli elementi che le compongono resta al momento soltanto un’ipotesi, che, se ben fatta, potrebbe recare grandi benefici economici all’utente finale, soprattutto in relazione agli onerii di sistema e alle accise. 

Quali sono le offerte luce e gas più convenienti

Bollette luce e gas: cosa fare per risparmiare

A prescindere da quelli che saranno i pacchetti di misure elaborati dal Governo, c’è una cosa che è possibile fare oggi, in totale autonomia, se si vuole cercare di risparmiare: optare per l’offerta al prezzo più conveniente, ovvero passare al mercato libero dell’energia e del gas naturale

Individuare una promozione che permetta davvero di risparmiare è semplicissimo, in particolare se si sceglie di utilizzare un comparatore di offerte, disponibili sia in formato desktop, sia tramite applicazione dedicata. 

La comparazione avverrà in modo completamente gratuito, inserendo pochi dati, quali per esempio quelli relativi alla grandezza dell’immobile in cui si vive, oppure ai fattori che portano ai maggiori consumi di luce e gas (in altri termini, da quali elettrodomestici deriva principalmente il costo della bolletta della luce o quali sono gli utilizzi che si fa del gas in casa). 

Si avrà, in questo modo, l’opportunità di conoscere quanto si potrà risparmiare in un anno rispetto al prezzo della maggior tutela che, com’è noto, varia ogni 3 mesi e viene stabilito da ARERA. 

Nonostante i termini per il passaggio obbligatorio al mercato libero siano cambiati e la nuova data ufficiale del rinvio sia slittata al 1° gennaio 2024, cambiare in questo momento permette davvero di risparmiare rispetto alla situazione attuale. 

Nel momento in cui si valuteranno le offerte del mercato libero, si avrà la possibilità di valutare soluzioni di diverso tipo, per le quali sono solitamente previsti degli sconti aggiuntivi

Questi ultimi si potranno ottenere in modi diversi, come per esempio:

  1. con la scelta della bolletta digitale, alla quale si potrà affiancare anche la domiciliazione bancaria;
  2. con l’attivazione di una promozione luce e gas con lo stesso fornitore (si chiamano, in gergo, tariffe dual fuel);
  3. con la partecipazione ai programmi che permettono di ricevere sconti diretti in bolletta per ogni amico che si convincerà a sottoscrivere un’offerta con il proprio fornitore. 

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bollette luce e gas 2022: aumenti e tutte le novità