Bollette luce, acqua e gas: stop a tutti i distacchi per morosità

Stop alle procedure di sospensione delle forniture di energia elettrica, gas e acqua per morosità almeno fino al 3 aprile 2020

L’Autorità per l’energia, le reti e l’ambiente (Arera) ha deciso di bloccare le procedure di sospensione delle forniture di energia elettrica, gas e acqua per morosità almeno fino al 3 aprile 2020, dopo aver invitato gli operatori a dare priorità, in questa fase, alla continuità dei servizi pubblici essenziali.

Intanto il governo valuta un possibile intervento sugli oneri di sistema in bolletta e un fondo da un miliardo di euro per garantire la sostenibilità degli attuali e futuri interventi regolatori a favore di consumatori e utenti.

Chi sono i clienti morosi interessati dallo stop ai distacchi

La sospensione dei distacchi per morosità delle bollette elettriche riguarda, in particolare, tutti i clienti in bassa tensione e per il gas tutti quelli con consumo non superiore a 200mila metri cubi standard (smc, che è il criterio di calcolo individuato per misurare la fornitura di gas).
Per le bollette dell’acqua, invece, si fa riferimento a tutte le tipologie di utenze domestiche e non domestiche.

Come funziona la sospensione

L’Arera ha disposto che dovranno essere interamente rialimentate le forniture di energia elettrica, gas e acqua eventualmente sospese (o limitate/disattivate) dal 10 marzo 2020. La direttiva ha effetto retroattivo a far data dal 10/3. Questo significa che chi, tra il 10 e il 13/3, si è visto recapitare una procedura di distacco ha diritto a farsi riattivare la propria utenza.
Dal 3 aprile poi, il fornitore interessato a disalimentare/ridurre la fornitura del cliente moroso è tenuto a riavviare la relativa procedura di sospensione e procedere nuovamente alla sua costituzione in mora.
Si tratta, dunque, di una sospensione e non di una cancellazione delle bollette dei clienti morosi che quindi dovranno comunque procedere al pagamento di quanto non versato per evitare il distacco una volta che sarà terminata la fase di stop decisa dall’Autorità.

Nuovo fondo da 1 miliardo

Altra novità importante introdotta da Arera è l’istituzione di un nuovo conto, presso la Cassa per i Servizi Energetici e Ambientali, con disponibilità di un miliardo, che sarà destinato a tutelare e garantire la fattibilità per i futuri interventi a favore dei consumatori italiani. Si pensa, in questo modo, di avere un paracadute a cui attingere in caso di emergenze come quella del Covid-19. Tecnicamente, in casi di straordinaria necessità, si potrà attingere alle giacenze disponibili in questa cassa.

 

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bollette luce, acqua e gas: stop a tutti i distacchi per morosità